5 cose che devi sapere se studi Lettere

Carmine Zaccaro
Di Carmine Zaccaro

Hai scelto di studiare Lettere, ormai sei sicuro: ma sai come funziona all’università, cosa ti aspetta dopo la triennale e la magistrale? E una volta entrato nel mercato del lavoro? Ecco 5 cose che dovresti sapere se scegli il percorso in Lettere secondo questo articolo a cura di AlmaLaurea.

#5 Cosa fai alla triennale?
Studi prevalentemente Lettere, Lingue e Letterature Moderne, Storia Medievale, Moderna e Contemporanea. Chi si è laureato prima di te ha conquistato il titolo a 24,8 anni, mettendoci in media 4,6 anni e con voto medio pari a 104,7. E durante gli studi ha fatto qualche stage formativo, 32%, e qualche esperienza internazionale, 8%.

#4 Dopo il primo livello …
…in Lettere la stragrande maggioranza tende a proseguire gli studi con la magistrale (79%), puntando su Filologia moderna (57%), Filologia, letterature e storia dell'antichità (16%), e un piccolo gruppo anche con Informazione e sistemi editoriali (6%)

#3 Concludi la magistrale e poi?
Tra chi ha scelto di proseguire gli studi con la magistrale, a 5 anni dalla laurea, il lavoro va benone. Per chi ha scelto la magistrale in Filologia moderna il lavoro c’è (70,5%). Stessa sorte per i laureati che hanno puntando su Filologia, letterature e storia dell'antichità (70%). Ancora meglio per chi opta per Informazione e sistemi editoriali (82%).

#2 Lavoro ben retribuito e stabile? Insomma
I laureati in Filologia moderna, a 5 anni dal titolo, guadagnano in media 1.110 euro netti al mese, non va meglio per quelli di Filologia, letterature e storia dell'antichità che arrivano a 1.123 euro al mese. Sale un pochino, ma non troppo, 1.151 euro, per i laureati nel campo dell’Informazione e sistemi editoriali.
Anche la stabilità lavorativa non è proprio il massimo, però c’è: è il 41% per Filologia moderna, 33% per Filologia, letterature e storia dell'antichità e raggiunge un buon 56% per Informazione e sistemi editoriali. Ed è fatta soprattutto di contratti tempo indeterminato, che interessano il 31% dei primi, il 30% dei secondi e toccano il 39% dei laureati in Informazione e sistemi editoriali. Attenzione però che dentro a questi “stabili” c’è anche chi sceglie di mettersi in proprio.

#1 Dove vai? Istruzione e ricerca, ma anche Trasporti, pubblicità, comunicazioni
Tra i laureati delle classi di Filologia moderna e Filologia, letterature e storia dell'antichità gli ambiti di elezione sono quelli dell’Istruzione e ricerca: rispettivamente assorbono il 54% e il 77% dei laureati. Le cose vanno diversamente per chi prosegue gli studi con la magistrale in Informazione e sistemi editoriali: qui i settori “core” sono soprattutto Trasporti, pubblicità, comunicazioni (26%). Certo è, che piccole quote di laureati optano in tutti e tre i casi anche per strade differenti: chi si è guadagnato il titolo in Filologia moderna non disdegna i rami di Commercio e Trasporti, pubblicità, comunicazioni (entrambi 7%) e un 5% perfino nella Stampa ed editoria.
Mentre tra i laureati in Filologia, letterature e storia dell'antichità qualcuno (4%) è entrato all’ambito dei Servizi sociali e personali; gettonati dal 7% di chi si è messo in tasca il titolo in Informazione e sistemi editoriali i Servizi ricreativi e culturali.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta