Il Collegio 5 terza puntata: cosa è successo e come vederla

RaiPlay
In collaborazione con RaiPlay
il collegio 5

Aria tesa tra prof e studenti durante la terza settimana di scuola al “Regina Margherita” di Anagni. Il Preside e la sua vicaria fresca fresca di nomina, cioè la temutissima professoressa Petolicchio, hanno deciso di fare sul serio: le regole sono state ancora più ferree e qualcuno dei ragazzi ha avuto davvero difficoltà a seguirle. Tanto che c’è stato chi ha lasciato l’istituto e chi ha rischiato grosso..
.
Una puntata, quindi, davvero intensa e piena di novità la terza de Il Collegio 5, andata in onda il 10 novembre su Rai 2. Se non sei riuscito a seguirla, ecco tutto quello che devi sapere per metterti in pari con le vicende del collegio più amato della Tv!

Il Collegio 5: cosa è successo nella terza puntata



  • Un'espulsione a sorpresa

  • La puntata inizia con la convocazione di tutto il personale scolastico: il gruppo si sta ribellando e il Preside vuole sapere se ci sono ragazzi che più degli altri sono da “tenere sott’occhio”. Vengono indicati Marco e Simone tra i ragazzi, Giulia S. e Aurora tra le ragazze. Dopo una discussione con il Preside, è Aurora a venire subito allontanata dal collegio. Ma non è finita qui. Il Preside avverte che se ci saranno ancora comportamenti di ribellione di gruppo, saranno presi altri provvedimenti. Tra i ragazzi, ovviamente, c’è gran trambusto per questa uscita di scena. E’ soprattutto Maria Teresa, con cui era nata una grande amicizia, a piangere per Aurora.



  • La Petolicchio è Preside vicaria

  • Nel frattempo, la professoressa Petolicchio è nominata Preside vicaria per una momentanea assenza del dirigente titolare. I ragazzi non sono certo contenti, visto che la conoscono come una professoressa molto severa. E infatti la novella Preside vicaria intende ripristinare il “vecchio ordinamento”, cioè le abitudini educative dei primi anni ‘60. Il cambio di rotta è evidente a mensa. La pietanza scelta dalla prof. Petolicchio per il pranzo, infatti, non incontra sicuramente i gusti degli alunni. Si tratta di cervello bollito! E non è il solo pasto particolare che aspetta i collegiali. Ogni mattina, a colazione, è l’olio di fegato di merluzzo a dare il buongiorno agli studenti. Non mancano belle sorprese durante gli altri pasti principali, perché dovranno digerire anche zampa di maiale e coratella.

  • Lezioni e punizioni “all’antica”

  • Anche a lezione l’impronta della prof. Petolicchio si fa sentire. Durante l’ora di letteratura, il prof. Maggi parla di un grande classico: Giosué Carducci. Assegna anche un compito decisamente impegnativo: due poesie dell’autore dovranno essere imparate a memoria. Spazio poi a un momento romantico: il prof. Maggi scopre circolare tra i banchi una poesia, firmata da Rahul e dedicata a Ylenia. Una dolce attenzione che sembra non lasciare indifferente la ragazza...
    Le lezioni proseguono: il prof. Raina porta i ragazzi all’aria aperta, mentre con il prof. Callaghan si parla di cibo, e in particolare di come si comunica in lingua inglese in una serata al ristorante. Luca Z. e Rahul, incontratisi in bagno proprio durante la lezione di inglese, decidono di combinarne una delle loro e di lasciare una firma con il pennarello sulla porta. Purtroppo la Preside vicaria li scopre, e i due dividono una punizione “all’antica”: scrivere sulla lavagna “Questa non è una punizione noiosa e inutile” per 50 volte. Poi, i due “soci” hanno dovuto cancellare anche le scritte in bagno!

  • I rappresentanti di classe

  • La classe vuole “vendicarsi” della prof. Petolicchio, proprio durante la sua ora, quella di matematica e scienze. I ragazzi decidono così di non ascoltare la lezione facendo confusione. La Preside vicaria riesce tuttavia a portare a termine la spiegazione e lascia i ragazzi intenti a scegliere i loro “mediatori”, coloro che avranno il compito di “promuovere” le istanze di alunni e alunne con la presidenza: i rappresentanti di classe. I collegiali scelgono Alessandro A. e Giulia M.
    Ma la prof. Petolicchio non ha di certo ignorato i momenti di ribellione di poco prima, e manda a chiamare Simone e Marco. Dopo averli soprannominati “Pinocchio e Lucignolo” li avverte: quando scoprirà chi dei due “trascina” l’altro per fare confusione nel collegio, questo rischierà il posto nell’istituto.

  • Anche i primi della classe sbagliano

  • Con il professor Raina, i rappresentanti sono subito chiamati a mediare tra insegnante e classe. Il docente, però, dà ai collegiali una bella lezione parlando di diritti civili. Raina racconta infatti la storia di Nelson Mandela, dei lunghi anni in carcere e della sua lotta contro l’apartheid. I ragazzi sono quindi stimolati a discutere sull’intolleranza nei confronti delle persone di colore, e Rahul e Usha confidano di aver subito, in passato, delle discriminazioni. Anche l’ora di arte è diversa dal solito: dimenticata la pratica, gli studenti dovranno infatti affrontare una lunga ora di teoria. Tuttavia il professore chiede loro anche di disegnare come immaginano il mondo visto con gli occhi di uno dei loro amici, un modo per mettersi per pochi minuti nella “prospettiva” di qualcun'altro. Bonard scopre così di avere grande talento artistico! A lezione di recitazione, il “maestro” propone una lettura da Romeo e Giulietta di Shakespeare. Dopo Luna e Bonard, tocca ad Andrea e Sofia. Ma questa “Giulietta” non sembra interessata al Romeo interpretato da un appassionato Di Piero.
    Dopo poco, però, sarà proprio Andrea a reagire in maniera non molto “romantica” per aver subito uno scherzo da parte dei suoi amici. Uno scatto d’ira che lo porta dritto dritto in presidenza. La punizione per il giovane è quella di recuperare una discreta somma, 25mila lire, per aggiustare la maniglia della porta, rotta durante il momento di rabbia.



  • Una rocambolesca fuga

  • Dopo la visione di uno dei programmi cult della comicità anni ‘90, “Su la testa!...”, i ragazzi sono pronti per la serata. C’è chi, come Giordano, ce la mette tutta e passa il tempo a studiare. Altri, invece, nonostante i rischi che sanno di correre, progettano una nottata di “casino”. Vogliono fare un’incursione per recuperare un po’ degli snack “sequestrati” i primi giorni, ma vengono colti in flagrante dal sorvegliante. Dopo una rocambolesca fuga, vengono rimandati di corsa a letto!

  • Le lezioni continuano

  • Il prof. Maggi interroga sulle poesie di Carducci assegnate qualche giorno prima. Marco rimedia un 4, Simone fa ancora peggio e si prende un 2. Giordano e Andrea vengono interrogati insieme e, stavolta, il primo la spunta sul rivale: Giordano ottiene un bell’8, mentre Andrea si deve accontentare di un 7,5. La lezione riprende con Manzoni e l’argomento della peste, che porta la classe ad affrontare un tema di forte attualità, cioè la pandemia che ha colpito il mondo intero. Luca Z. confida al gruppo e al prof che, purtroppo, ha perso il nonno proprio a causa del coronavirus.
    Arriva l’ora di scienze, e la prof. Petolicchio entra in classe con una sorpresa: una grande lingua di manzo. Alessandro A. e Luca Z. sembrano davvero eccitati per questa lezione piuttosto particolare. Non è della stessa idea Giulia S., che invece decide di uscire dalla classe per un eccezionale senso di disgusto. Ma il principale intento della Preside vicaria è ancora quello di tenere d’occhio i suoi “Pinocchio e Lucignolo”. Alla fine della lezione, convoca quindi i rappresentanti di classe per un consulto, ma Giulia M. e Alessandro A. hanno due atteggiamenti molto diversi. Mentre la prima prova a difendere i compagni, il secondo risponde con sincerità e non fa sconti a nessuno. Lo stesso succede quando il Preside vuole parlare con loro al telefono per chiedere qualche delucidazione su ciò che sta accadendo in sua assenza...

  • Febbre da karaoke

  • Il Karaoke, nei mitici anni ‘90, era molto più che una moda: Fiorello spopolava in Tv e nelle piazze italiane con il programma che l’ha portato al successo. La prof. Petolicchio non poteva certo lasciarsi sfuggire l’occasione di organizzarne uno con i suoi studenti. Dopo la sua interpretazione di “Volare”, i ragazzi si scatenano: c’è chi è completamente stonato e chi, come Alessandro A., si dimostra un vero trascinatore di folle.
    La serata continua con baci e abbracci grazie al classico e intramontabile gioco “Obbligo o verità”.

  • Rappresentante di classe, un ruolo complicato

  • La situazione si fa difficile per i rappresentanti di classe. Dopo la telefonata con il Preside e l’incontro con la prof. Petolicchio, entrambi promettono di chiedere a Simone e Marco di impegnarsi a diventare un po’ più disciplinati. Ma i due appaiono difficili da convincere.
    Durante la lezione di ginnastica, Simone e Marco vengono infatti nuovamente ripresi dall’insegnante. Stavolta, però, i compagni sembrano essersi stancati: in particolare, Alessandro A. avverte Simone che non sarà più disposto a coprirlo se continuerà a disturbare. Secondo il rappresentante di classe, è lui più di Marco a scatenare le malefatte del gruppo. Dopo il confronto tra i due collegiali il prof. Maggi, a lezione, parla alla classe di “Mani Pulite”. L’insegnante prova a far riflettere i ragazzi sul tema dell’etica, portando alla luce le dinamiche che si stanno verificando anche tra di loro, per far capire agli studenti che non è la logica del branco, ma quella della solidarietà a rendere veramente unito un gruppo.

  • Un’altra settimana si conclude...

  • Alla fine della terza settimana, la Preside vicaria Petolicchio tira le somme. Simone e Giulia S. vengono indicati come coloro che hanno avuto i comportamenti peggiori, mentre i migliori sono stati i rappresentanti di classe Alessandro A. e Giulia M.. Andrea e Giordano, sempre in lotta per il primo posto, non nascondono un po’ di delusione. Ma non è finita qui, perché Simone e Marco vengono chiamati in presidenza: di fronte a loro il Preside, ormai tornato al collegio. Cosa capiterà ai due collegiali più turbolenti?

    Terza puntata Il Collegio 5: puoi rivederla su RaiPlay


    Sono tante le peripezie - e non pochi gli intoppi - che i nostri collegiali stanno affrontando prima che la loro avventura si concluda (speriamo) per il meglio, con la conquista del diploma. Hai perso la terza puntata di martedì 10 novembre? Niente paura, puoi vederla su RaiPlay: basterà cliccare sulla sezione dedicata a Il Collegio 5 e selezionare il contenuto preferito. Oltre al video completo della terza puntata e tante clip, troverai anche il teaser del prossimo appuntamento, il quarto, di martedì 17 novembre, con qualche anticipazione. Buona visione!