Alessio Bernabei: La Maturità? Una dura prova. Matematica era un dramma

manliogrossi
Di manliogrossi

Alessio Bernabei: “Il diploma? E’ stata una dura prova ma alla fine ce l’ho fatta”

Nonostante sia giovanissimo - ha compiuto 26 anni qualche giorno fa - Alessio Bernabei di strada ne ha percorsa già parecchia. Buttatosi ormai alle spalle l’avventura con i Dear Jack, con i quali partecipò ad ‘Amici di Maria De Filippi’ nel 2013, e dopo esser salito per ben tre volte sul palco dell’Ariston, il cantante romano festeggia oggi l’uscita del suo secondo album da solista dal titolo ‘Senza filtri’. Il grande successo ottenuto in questi anni non ha però sorpreso molto Alessio che, già da adolescente, aveva le idee chiare sul suo futuro: diventare un cantante. Obiettivo quindi centrato, non c’è dubbio! Proprio in questo giorno così importante per lui, noi di Skuola.net abbiamo fatto una chiacchierata con lui…ecco cosa ci ha detto!

‘Senza filtri’ esce oggi. Che emozioni stai provando?

“Mi sono sentito di dare questo nome all’album perché mi rappresenta molto, è proprio il mio stato perenne. Sono un ragazzo che non mette mai filtri né nella vita reale né su Instagram, anche se molte volte a mio discapito, dico sempre le cose con trasparenza e genuinità“.

La canzone a cui sei più affezionato?

“Non c’è una canzone a cui sono più affezionato, però posso dire che la canzone più autobiografica è ‘Ti ricordi di me?’, questo sì”.

Messi e Ronaldo. Come mai una metafora calcistica per raccontare un amore?

“Ho voluto prendere i numeri uno del calcio per paragonarli ad una coppia, ad una storia d’amore perché quando due si amano ognuno è il numero uno dell’altro”.

Farai in modo che le due stelle del calcio ascoltino il tuo brano?

“Non sarebbe male dai! Magari farò un salto allo Juventus Stadium e porterò la canzone con me”.

Sono passati ormai anni dalla tua partecipazione ad Amici. Sei cambiato da allora?

“Semplicemente Alessio si è evoluto, è cresciuto. Avevo delle esigenze musicali diverse in passato, adesso sono maturate sono cambiate”.

E’ stata più impegnativa la scuola di ‘Amici’ o il liceo?

"E’ una bella sfida nel senso che la scuola, come tutti sanno, è un impegno in cui bisogna mettere anima e corpo. Quindi prendere il diploma è stata una dura prova però alla fine ce l’ho fatta! ‘Amici’ è stata sicuramente tostissima per la quantità di emozioni e la tensione che sprigiona, anche se dura 6 mesi lì dentro si cresce in maniera incredibile!”

La materia che a scuola proprio non ti piaceva?

“Io ero molto più per le materie letterarie quindi la matematica è sempre stata un dramma per me nonostante andassi a ripetizioni da mio zio che era prof”.

Da adolescente sognavi di avere tutto questo successo?

“Si, in realtà volevo proprio questo e me lo sono andato a prendere, ho iniziato le superiori con il sogno di diventare un cantante! Mi dicevo: 'pensa quando le persone ti riconosceranno per strada', perché dentro di me io ci credevo veramente. Forse è anche questo il segreto. Quello che mi sento di dire agli adolescenti è di immaginare ciò che saranno perché magari può diventare realtà, proprio come è successo a me”.

Un augurio che fai a te stesso?

“Continuare a vivere circondato dalla musica, perché nella vita il segreto del successo è fare quello che ami, che ti rende felice e soddisfatto, qualunque lavoro sia. Io spero proprio di continuare a cantare ancora per tanto tempo”.
Skuola | TV
Il tradimento? Ecco come scoprirlo!

Assieme ai nostri psicosessuologi cercheremo di esplorare questo fenomeno così complesso e capire cosa spinge alcune persona a tradire. Non perdere la puntata!

14 novembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta