Mamma, mi laureo: ma è tutto finto

università di enna:dice che si laurea ma è tutto finto

E’ arrivata con la tesi di laurea dalla copertina rossa sotto il braccio, pronta per la discussione e i festeggiamenti: ma il nome della studentessa, tra quelli dei laureandi di lunedì scorso all’Università Kore di Enna, non è mai stato chiamato all’appello. Dopo le proteste dei genitori nei corridoi, è emersa la triste realtà: la ragazza non ha mai sostenuto più di due esami nella sua carriera accademica e ha finto di doversi laureare.

TESI DI

LAUREA

FINITA…ESAMI NOLa tesi di laurea della studentessa siciliana trattava del processo penale minorile e nello specifico la vicenda di Erika e Omar e dell’assassinio di Novi Ligure. La tesi era firmata da un relatore autorevole: si tratta di Giuseppe di Chiara, presidente del corso di laurea in Giurisprudenza, secondo quanto riportato dal Giornale di Sicilia. Il professore era evidentemente all’oscuro del fatto che alla ragazza mancassero non pochi esami sul libretto per poter ottenere la laurea. Da quanto risulta all’ateneo, infatti, si sarebbe fermata a soli 2 esami.


Guarda la puntata finale della web series "Esami" sulla tesi di laurea

Fonte: ESAMI - la serie

LA FINTA LAUREA – La verità è emersa solamente lunedì scorso, quando la finta laureanda avrebbe inscenato l’attesa della laurea davanti amici e parenti. Il suo nome, però, non appariva nella lista dei laureandi della giornata e questo ha scatenato le proteste dei genitori, che non sospettavano nulla sulla recita della figlia. Così è scattata l’indagine. Dopo che la Kore ha annunciato la volontà di denunciarla per danni all’immagine, questa mattina la studentessa si recherà presso l'ateneo per chiarire la sua posizione.

Carla Ardizzone

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite della Skuola Tv? Segui i nostri aggiornamenti e lo scoprirai!

12 dicembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta