Università, studentesse filmate nei bagni con l'iPhone nascosto nel portasapone

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino

ragazze al bagno

Un 42enne di Roma è finito sotto processo per aver filmato all'interno della facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'ateneo di Roma Tre le ignare studentesse nella loro intimità. Il fatto è accaduto nel 2012, e l'uomo è stato scoperto e arrestato. Adesso rischia 5 anni di carcere per interferenze illecite nella vita privata e di ricettazione. Il 42eenne riusciva a spiare le ragazze tramite il telefono posto all'interno di una confezione di salviettine.

Studentesse spiate

L'uomo abitava in una roulotte non molto distante dall'ateneo. Appena conclusa la giornata tornava in facoltà e si riprendeva il cellulare che aveva registrato i filmati per poi trasferirli sul proprio pc portatile. A far saltare il piano dell'uomo era stata una delle studentesse che, notato un foro nella confezione di fazzolettini, si era insospettita e aveva avvisato le forze dell'ordine. Una volta individuato il telefono, la polizia si era appostata in attesa che l'uomo tornasse a riprendere il telefono. Colto sul fatto è stato arrestato.

Non è la prima volta

I filmati - come rivelano le forze dell'ordine, non sono stati condivisi online con altre persone, ma sono rimasti nell'hard disk dell'indagato. Uno stratagemma particolare quello messo in scena dal 42enne romano. Purtroppo, però, non è l'ultimo caso. Nel 2013, infatti, a Sassari, un uomo (operaio addetto alla manutenzione dell'istituto) è stato arrestato per aver filmato illecitamente le studentesse di un istituto magistrale. La videocamera, in questo, era posizionata nel cestino porta rifiuti. Un'allieva scoprì tutto e le forze dell'ordine arrestarono l'uomo e scoprirono a casa sua centinaia di immagini.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta