Università Cagliari: basta esami in abiti succinti

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

professore scrive agli studenti basta esami in abiti succinti

“Basta presentarsi agli esami in abiti succinti”. Questo è il curioso appello del docente di Diritto Penale della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Cagliari, il Prof. Giovanni Cocco, ai suoi studenti. A quanto parte, gli universitari dell’ateneo cagliaritano erano soliti presentarsi agli esami ostentando la propria biancheria intima, atteggiamento che ha esasperato l’insegnante portandolo a scrivere delle direttive sull’abbigliamento sul portale dell’università.

IL PROF DICE COME VESTIRSI - “Abbigliamento con cui presentarsi ad esami e lezioni” è il titolo dell’avviso pubblicato dal Prof. Cocco sul sito dell’università e che deve aver lasciato a bocca aperta qualche studente e divertito qualcun altro. Insomma, gli universitari sono stati invitati a vestirsi con abiti consoni al luogo e alla situazione in maniera neanche troppo delicata. Infatti, sull’avviso dell’insegnante di Diritto penale possiamo leggere che:

Essendo per primo stupito di dovere imporre minime regole di rispetto nei miei confronti e della commissione con riguardo all’abbigliamento, dovendo essere evidente a tutti il contesto di studio e ricerca in cui ci si trova - e non ludico quali la discoteca o la spiaggia, o l’intimità della propria abitazione - preciso ai signori studenti che non verrà più tollerata la esibizione di mutande od altro abbigliamento intimo, a cui recentemente mi è capitato di dovere assistere con la presentazione agli esami con pantaloni ampiamente calati ad esibire pressoché integralmente le mutande (pare che sia la penultima moda idiota); a parte la ridicolaggine di chi pensa di fare la rivoluzione o affermare la propria personalità in - e con le - mutande (ancorché acquistate a caro prezzo e con il marchietto da esibire), è appena il caso di sottolineare che il rispetto reciproco è alla base di qualsiasi convivenza e d’ora in poi una siffatta mancanza di rispetto impedirà che si proceda ad esaminare l’autore (ovviamente di qualsivoglia genere) di una siffatta esibizione, che dovrà ripresentarsi vestito in consonanza con le aule universitarie frequentate.”

METTERE IN MOSTRA… LA TESTA - Insomma, basta mutande in bella mostra e minigonne che scoprono un po’ troppo le gambe. In fondo, per citare Rita Levi Montalcini, “gli uomini e le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza”.

Secondo te, esistono delle situazioni in cui “l’abito fa il monaco”?

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta