I corsi universitari più strani al mondo

Bianca Zito
Di Bianca Zito

 Lady Gaga e Beyonce

Non bastavano le facoltà più strane al mondo a colorare la didattica degli atenei sparsi per il globo. Ad aggiungersi al lungo elenco di stravaganze con cui le università, da un po’ di tempo a questa parte, infarciscono la propria offerta formativa, ecco qui arrivare dei corsi veramente atipici, quasi improbabili, sicuramente frutto dell’inventiva di qualche “genio” dell’istruzione, che gli studenti possono frequentare ed inserire nel proprio piano di studi. Popolatissimi e, a quanto pare, anche molto apprezzati da chi ha avuto la “fortuna” di seguirli, questi corsi si tengono (o si sono tenuti) per lo più in atenei britannici e americani, dove le stranezze sembrano ormai essere di casa. Ma per quanto vero che questi insegnamenti non sono poi così fondamentali a livello pratico, di sicuro hanno un lato divertente per cui vale la pena raccontarvene alcuni.

L’UNIVERSITA’ SCENDE IN CAMPO - Amanti del prato verde, fedelissimi del calcio in HD, tifosi da stadio e da poltrona, ecco qui il corso su misura per voi: i “David Beckham Studies” dell’Università di Staffordshire, in Inghilterra. Proprio lì, dove l’ex giocatore del Manchester United e della nazionale ha sempre rivestito un ruolo importantissimo a livello mediatico, alcuni anni fa è partito un insegnamento annuale dedicato agli studenti di Sociologia, Scienze della comunicazione e Scienze dello sport, in cui apprendere la cultura del calcio. E chi, in terra britannica, poteva essere esempio migliore del marito della Posh Spice?

LE REGINE DI “THE TELEPHONE” - In un’epoca in cui le star sono osannate al pari degli antichi dei dell’Olimpo, come se non bastasse sentirne parlare in ogni angolo del web o della TV, gli atenei spalancano le porte dei loro corsi a personalità come Beyoncé e Lady Gaga. Cosa avranno mai da insegnare agli studenti del XXI secolo? Bisognerebbe chiederlo rispettivamente alla Rutgers University del New Jersey e alla University of South California, dove queste regine del palco sono state il tema centrale di due corsi dedicati alla musica, al costume societario, alla politica e alla sessualità. Insomma, perché annoiarsi con terribili lezioni nozionistiche quando c’è chi può alleggerire il peso della cultura?

BINARIO 9¾ - Non poteva mancare anche il famoso maghetto di J. K. Rowling tra le celebrità degli insegnamenti accademici. Alla facoltà di Scienze dell’Educazione dell’University of Durham (Inghilterra), infatti, Harry Potter e la saga che lo vede protagonista sono stati presi a modello per realizzare profonde riflessioni sul bullismo e il pregiudizio nella società moderna.

DEH-HI-HI-HO-HO! – Cosa passava nel cervello di Homer Simpsons durante gli episodi del cartone più amato di tutti i tempi? Domanda che non serviva certo porsi in un’aula universitaria, ma a quanto pare non è stata dello stesso avviso l’Università di Berkeley (California), dove ha preso vita un corso dedicato proprio alla celebre famiglia di Springfield. Si tratta, per essere precisi, di un insegnamento basato sulla filosofia applicata ai Simpsons, che prova ad esaminare gli episodi della serie animata guardandola con gli occhi dei più grandi filosofi di tutti i tempi.

LA FORZA SIA CON TE - Arriviamo al top del top dell’inutilità. Avevate mai pensato che potesse esistere uno studio sulle tecniche psicologiche usate da Jedi in Guerre Stellari? Fortunatamente, agli studenti non vengono fornite sciabole di luce, ma si cerca di comprendere i trucchi mentali dei personaggi della saga di Star Wars, intrecciandole con questioni sociologiche e politiche ricavate dalla visualizzazione della serie. Dove succede? Alla Queen's University Belfast, nell’Irlanda del nord.

Bianca Zito

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta