Sempre in ritardo a scuola? Forse una patologia

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

ritardatari a scuola? Forse siete affetti dalla patologia del ritardo cronico

A chi non è mai capitato di arrivare in ritardo a scuola? La signora puntualità è, infatti, poco popolare soprattutto tra i giovani. Dai cinque minuti fissi di ritardo - “scusi prof!”, alle interminabili pause-toilette, la stragrande maggioranza dei giovani si distingue proprio per l’incapacità, alle volte ostinata e volontaria, di gestire i tempi. E i prof vanno su tutte le furie, nonostante anche tra loro ci sia qualcuno che abbia il vizietto. D’altra parte se l’essere orologi svizzeri richiede precisione, anche il ritardatario cronico manifesta una certa puntualità e competenza. Ma siamo sicuri non si tratti di una vera patologia?

IL SIGNOR DUNBAR: IL SANTO DEGLI STUDENTI - Si chiama Jim Dunbar, il signore scozzese a cui è stato diagnosticato un disturbo di ritardo cronico. Il pover uomo nei suoi 57 anni di età non è riuscito, neanche in un’occasione (matrimoni e funerali compresi) ad arrivare in tempo. Si è giocato così voli aerei, impieghi e persino relazioni sentimentali. Insomma, l’essere etichettato come “maleducato” era il minimo degli inconvenienti in cui potesse imbattersi. Nell’intento di capire meglio il suo disagio, i venti minuti di ritardo all’appuntamento medico prefissato sono stati decisivi alla scoperta di una patologia poco nota: quella del ritardo cronico.

RITARDATARI PATOLOGICI - Si tratta effettivamente secondo quanto rivelato dai medici che hanno diagnosticato tale patologia a Jim Dunbar, di un disturbo che avrebbe a che fare con la stessa area del cervello da cui dipendono deficit di attenzione e iperattività. A nulla servono orologi sincronizzati, lancette spostate in avanti e rimedi di questo genere, in quanto chi è affetto da tale patologia ha comunque problemi a gestire il tempo e le attività da svolgersi prima di una data scadenza.

UNA RIVELAZIONE PER TUTTI GLI STUDENTI - Non si fatica a credere che in poco tempo il signor Dunbar diventerà l’eroe di molti giovanissimi. Il suo caso ha fatto luce su una realtà poco conosciuta, e del tutto a portata di studente. Una scusa, quella del ritardo cronico, che salverà moltissimi ritardatari da ramanzine, o peggio ancora, note da parte dei professori spazientiti. A tutti coloro che non solo sono ritardatari a scuola, ma proprio non riescono ad entrare in sintonia con le lancette degli orologi anche nella quotidianità, si consiglia una visita!

E tu arrivi in ritardo a scuola?

Margherita Paolini

Commenti
Consigliato per te
Che scuola ha fatto Fedez?
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta