Nek: usate i social ma non vi alienate

Nek: usate i social ma non vi alienate

Nek, ospite dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, è stato tra i protagonisti di “Una vita da social”, iniziativa itinerante della Polizia di Stato per sensibilizzare i ragazzi sull’uso corretto del web. Nel corso dell’evento Skuola.net, media partner del progetto, ha fatto qualche domanda al cantante, che ci ha raccontato qualche cosa sull’uso che fa dei social network e ha proposto qualche consiglio ai ragazzi, per fargli vivere meglio il rapporto con i nuovi mezzi di comunicazione.

Guarda l'intervista a Nek

NEK: VI RACCONTO IL MIO LEGAME CON I SOCIAL – Il cantante ci ha svelato che lui e i social non sono stati subito dei grandi amici, all’inizio infatti il suo rapporto con loro è stato un po’ difficile, «ho imparato a gestire da poco il rapporto con i social, sono avvezzo a certi tipi di tecnologia», ha confessato infatti che si avvicina con più facilità alle tecnologie che riguardano la musica, piuttosto che altre. Ma Nek ha superato i primi “ostacoli” e ci ha detto di aver capito ormai il senso e la forza dei social «non sono un esperto ma ho capito come interagire con le persone e come avvicinarmi a quelle lontane in poco tempo».

NEK: USARE I SOCIAL CON LA GUIDA GIUSTA – Oggi i social sono un mezzo comune, usato da tutti, grandi e piccoli con grande frequenza; Nek infatti riflette su quanto possano assorbire e occupare la nostra vita quotidiana, ecco perché avverte: «l’importante è che il social non prenda il sopravvento e non alieni le persone dalla realtà di tutti i giorni, è questo l’unico grande pericolo», aggiunge «un ragazzo è assetato di conoscenza», il cantante giustifica i ragazzi che usano i social, in quanto fa parte della loro generazione l’uso di nuovi mezzi di comunicazione, tuttavia ritiene opportuno che loro abbiano una guida, dice: «ogni ragazzo ha bisogno di persone che lo guidino. E’ facile che ogni ragazzo si muova deragliando dal giusto percorso; l’educazione delle forze dell’ordine, della famiglia sono un mezzo utile; ma anche il confronto è importantissimo per vivere bene il rapporto con social network».

I CONSIGLI PER CONTRASTARE LE OFFESE – Il cantante sa bene di cosa si parla quanto si tratta di offese sul web «è un argomento spigoloso» dichiara, ma è sicuro dell’opinione che ha dei bulli del web «le persone che stanno dietro la rete e offendendo, normalmente sono potenti dietro un computer ma nullità nella vita di tutti i giorni, sono dei perdenti e l’unico modo in cui si sentono dei vincenti è sbeffeggiare il prossimo per avere popolarità». Prima di concludere intervista gli abbiamo chiesto un consiglio da destinare a tutti i ragazzi che possono incontrare problemi di questo tipo, «i giovani devono ascoltare chi gli dice di essere indifferente a queste offese». Infine, ci ha tenuto a salutare tutti gli studenti con un ultimo suggerimento: «il social non è la vita, quindi gestitevela nel migliore dei modi».

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta