Johann Sebastian Bach: 10 curiosità sul compositore tedesco

johann sebastian bach

Oggi 21 marzo, avrebbe compiuto gli anni uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, Johann Bach. La sua musica è molto apprezzata dagli appassionati di musica classica e ancora oggi è utilizzata come colonna sonora in molti film. Andiamo a scoprire 10 curiosità sulla vita e sulle opere di questo compositore.

Bach e il mistero sulla sua data di nascita

Dietro alla data di nascita di Johann Bach si è aperto un importante dibattito. Egli, infatti, nacque sì il 21 marzo, ma secondo il calendario giuliano che allora era seguito dalla Germania protestante. Secondo il calendario gregoriano, quello utilizzato ai giorni nostri e che già era stato istituito dalla chiesa nei paesi cattolici dell’epoca, egli sarebbe nato il 31 marzo. Google, tuttavia, ha deciso di rendergli omaggio oggi in una maniera che scopriremo più avanti.

Bach la sua famiglia

Bach fu il settimo e ultimo figlio in una famiglia che faceva della musica la propria ragione di vita. Il termine Bach, infatti, ai tempi era visto come un vocabolo che significava musicista. Egli, dopo essere rimasto orfano all’età di 9 anni, apprese l’arte dal fratello maggiore.

Per cosa divenne famoso Bach

Egli nella sua vita fu famoso come organista, eppure è passato alla storia per le sue composizioni. Egli componeva molto rapidamente e alcune delle sue opere sono arrivate a noi sotto forma di spartito.

L’inizio della sua fama

Bach iniziò a diventare popolare grazie a un musicologo del 1800, chiamato Johann Forkel, che pubblicò una biografia sul compositore tedesco.

Bach, papà molto impegnato

Bach nacque in una famiglia numerosa, ma lui stesso ne formò una ancora più grande. Egli ebbe infatti 20 figli con due mogli differenti. Molti di essi, però si spensero appena dopo la nascita.

Il carattere di Bach

Bach non era certo una persona molto tranquilla. Egli, aveva un carattere piuttosto forte e quando si irritava lo faceva capire chiaramente ai propri interlocutori.

Bach e una vita non sempre in libertà

Bach fu molto apprezzato da diversi personaggi importanti dell’epoca, ma non sempre. Il duca di Weimar, infatti, lo imprigionò per circa 30 giorni a causa delle sue dimissioni.

Le sue musiche nei film

Come già evidenziato in precedenza, le musiche di Bach hanno avuto un successo incredibile anche nei secoli più recenti. Molti film, tra i quali c’è The black cat[/b], utilizzarono le sue composizioni come colonna sonora.

La sua musica nello spazio

La musica di Bach ha viaggiato anche nello spazio. La sua musica venne inserita nel Golden Record, disco contenente tracce musicali molto popolari, tra cui le sue, e lanciato nello spazio.

Il doodle di Google

Come detto, Google ha scelto di omaggiare il musicista in una maniera rivoluzionaria. L’azienda ha deciso di pubblicare un doodle che permette di comporre all'utente una musica e riprodurla con lo stile di Bach. Tutto ciò grazie al sistema di intelligenza artificiale Coconet, che risulta una novità lanciata da Google.

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere chi sarà l'ospite? Non ti resta che seguirci!

13 novembre 2019 ore 17:00

Segui la diretta