25 aprile, finalmente arriva la libertà

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

68mo Anniversario Liberazione d'Italia

Anche quest'anno è arrivato il 25 aprile, giorno in cui si ricorda la liberazione del nostro Paese. Ogni anno moltissime città d’Italia celebrano questa festa con cerimonie ufficiali e promuovendo iniziative di vario tipo volte a commemorare il periodo storico particolare a cui si fa riferimento. Infatti, questa non è solo un occasione per fare vacanza non andando a scuola, ma una vera e propria ricorrenza nazionale , ed in quanto tale trova adesione e compartecipazione da parte di tutte le regioni. Nonostante questo, non tutti i ragazzi la conoscono benissimo, ma è anche per questo che ci siamo noi di Skuola.net, no?

PERCHÈ SI FA FESTA? - La data del 25 aprile del 1945 segna un avvenimento storico importantissimo per la sorte del nostro Paese: la Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazista e dal governo fascista, al termine della Seconda Guerra Mondiale. Un evento memorabile e degno di celebrazione per la svolta che garantì alla storia dell’Italia che usciva devastata dagli anni della guerra, ma al tempo stesso pronta ad intraprendere un percorso di ricostruzione nel segno della libertà e della democrazia, giungendo, con il Referendum del 2 giungo del 1946, all’agognata meta della Repubblica. Una festa, quella del 25 aprile, che ci ricorda a quale prezzo sia stato pagato uno dei diritti principali di ogni uomo, popolo e terra: la libertà.

LA DATA - La data del 25 aprile è chiaramente convenzionale, in quanto non tutte le città condivisero la medesima sorte nello stesso giorno. Infatti, il 25 aprile del 1945 vennero liberate Milano e Torino, ma dopo pochi giorni anche il resto dell’Italia settentrionale conobbe la liberazione. Dal 1946 questa ricorrenza è riconosciuta come festa nazionale.

TUTTI A FESTEGGIARE - L’Anniversario della Liberazione viene celebrato con cerimonie ufficiali e iniziative volte a commemorare le vittime della guerra e gli avvenimenti riguardanti quel periodo tremendo e difficile della storia del nostro Paese. Quest’anno, a Roma, la manifestazione con corteo organizzata dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) si snoderà tra le strade della Capitale partendo da via San Gregorio per arrivare e fermarsi in piazza di Porta San Paolo, nell’area in prossimità delle lapidi commemorative i caduti della Resistenza poste sulle mura Aureliane. Un altro corteo, quello del Coordinamento degli Studenti Medi dei Municipi VI e VII, sfilerà da Piazza delle Camelie a quella di Santa Maria Consolatrice. Sempre per la mattinata è stato organizzato il 68mo Gran Premio di Liberazione, una gara ciclistica che vedrà circa 200 partecipanti professionisti. Per quanto riguarda, invece, il pomeriggio e la serata è prevista la proiezione di film commemorativi tra Porta San Paolo, Piramide Cestia e piazzale Ostiense. A Torino la festa della Liberazione sarà all’insegna della musica: infatti l’appuntamento è con il tradizionale concerto in piazza Castello che vedrà avvicendarsi voci famose della canzone d’autore, gruppi e artisti emergenti. Inoltre moltissimi musei della città, come quello della Deportazione e quello della Guerra, saranno teatro di eventi, proiezioni e mostre.

PRIMA LA FESTA, POI LA SCUOLA - Finiti i festeggiamenti sono rimasti solo i compiti da fare? Sappiamo bene che spesso i prof proprio in occasione di feste importanti come questa si divertono ad assegnare temi, saggi brevi ed intere pagine di storia da studiare. Ma Skuola.net non vi lascia mai soli. Date uno sguardo ai nostri appunti e traetene ispirazione per i vostri lavori:

Fasi della lotta partigiana
Nascita della Costituzione
Seconda guerra mondiale - Liberazione

Resistenza italiana
Dopoguerra in Italia
Le donne nella Resistenza

Tu come festeggerai il 25 aprile?

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta