Compiti per le vacanze, la tabella di marcia da seguire per finirli

L’estate sta per entrare nel vivo con le vacanze di agosto! E i compiti? Chi li ha toccati, dirai tu. Ma niente paura. Non è tardi per recuperare quello che non hai fatto fino ad ora. Oggi ti proporremo un’efficace tabella di marcia per tornare sui banchi di scuola preparato, riposato e senza dover cedere allo stress!
Con questa pianificazione distribuirai il carico di lavoro nel tempo che ti è rimasto, evitando di arrivare con l’acqua alla gola a settembre. La premessa d’oro? Fai poco di tutto ogni giorno, non trascurando mai il fatto di essere in vacanza. Svolgi i tuoi compiti con calma, di tempo ne hai. Vediamo insieme gli step per uno studio estivo efficace.


1. Pianificare una tabella di marcia

Spesso i professori non si rendono conto di esagerare coi compiti delle vacanze. Ok, sono tre mesi. Ma le materie sono tante e sei in vacanza! Come riuscire a fare tutti quanti i compiti per tempo senza inutili (e dannose) corse dell’ultimo minuto? Pianifica una tabella di marcia realistica, basandoti sul tempo a tua disposizione. Procedi con ordine: considera da un lato il tempo rimasto prima dell’inizio della scuola e dall’altro quello che ti rimane da fare. Cerca di studiare un po’ di ogni materia ogni giorno, sempre considerando che sei in vacanza. Perché è meglio fare qualcosa per ogni materia ogni giorno? Perché se fai solo i compiti di una per poi cominciare l’altra, rischi di stare mesi senza toccare matematica, per esempio. Pagandone poi le conseguenze al ritorno sui banchi!

2. Essere responsabili

Ok, la tabella di marcia è fatta. Ora tocca rispettarla. Le regole le hai stabilite: cerca di non sgarrare spesso, altrimenti pianificare non sarà valso a nulla. Questo è un ottimo allenamento in previsione del futuro. A scuola solitamente sono i professori che dettano i tempi, ora sei tu che devi autogestirti. Imparare a farlo ti tornerà utile nella vita, sia all’università che a lavoro.

3. Capire come gestire il tempo

Impara a cogliere l’attimo! Sei in vacanza, è vero, ma sicuramente ci sono momenti più adatti di altri per studiare nel corso delle tue giornate. Quando dopo pranzo fa troppo caldo per uscire o andare in spiaggia, per esempio. Spiaggia sulla quale potresti metterti avanti con la lettura assegnata dalla prof di italiano, alternandola con qualcosa di più piacevole. Impara anche ad approfittare delle giornate di pioggia. Sei costretto a casa? Mettiti avanti con lo studio per il giorno dopo. Potrai prenderti un’intera giornata libera. Impara a capire quali sono i momenti giusti in cui metterti sotto con lo studio, così non dovrai rinunciare alle vacanze!

4. Studiare con criterio

Studiare a caso non da i suoi frutti, anzi! Fa solo perdere tempo. Trova le tecniche per apprendere velocemente più adatte a te. Le mappe concettuali, per esempio, sono perfette per fissare le informazioni nella mente. Avendo ben chiari i punti centrali di un argomento sarà più facile ricordarlo. Un altro trucco per ottimizzare i tempi è la lettura veloce. Ci sono tante informazioni in merito, basta documentarsi in rete.

5. Occhio alle materie che non piacciono

Si, lo so. Hai almeno una materia che proprio non tolleri, eh? O magari più di una. Ignorarla fino alla fine, finché non sarai costretto a prenderla in mano a una settimana dal ritorno a scuola, è stupido. Il risultato sarà solo che farai male i compiti, avrai ancora meno voglia e pochissimo tempo. Ricorda la regola: studia di tutto ogni giorno un po’. Anche (e soprattutto) le materie che non sopporti.
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta