"Non fate come me" oppure... fate come me

FlaviaRizza
Di FlaviaRizza

lettura

E' parecchio che non scrivo. Questi mesi per me sono stati molto lunghi: tra la campagna della Polizia di Stato, la maturità e l'inizio dell'università e altri impegni è stato impossibile mettermi al computer e raccontarvi di quello che faccio, vedo, sento o leggo. Mi sembra un buon periodo per riprendere, dato che un nuovo anno è appena cominciato.

A fine ottobre, periodo di nuovi inizi per me, ho comprato un libro dal titolo intrigante: “NON FATE COME ME”. Solamente leggendolo ho pensato: intitolandosi così, mi viene voglia di fare totalmente l’opposto. Ma un libro non si giudica dalla copertina e quindi ho iniziato a leggerlo. E l'ho finito in meno di un giorno.

Di che cosa parla?

Questo libro racconta di Ruben, un uomo che ha sprecato i suoi talenti, rovinato il suo corpo e sua vita, che abita in una casa sciatta che lo rispecchia. Un’estate decide di fermarsi a risolvere i rapporti fondamentali della sua vita, scosso dal decesso di una donna investita da un suv proprio davanti ai suoi occhi.
Ruben macinerà chilometri per incontrare tutte le persone, parenti e amici, con i quali ha lasciato qualcosa di irrisolto pur di tornare in possesso della propria libertà.
Non vi dico altro, così lo potete leggere senza che vi abbia spoilerato nulla.

L’autore

Questo è il primo romanzo di Massimiliano Bruno.
Massimiliano Bruno (Roma, 4 giugno 1970) è uno sceneggiatore, commediografo, attore e regista cinematografico e teatrale. Autore e regista di Nessuno mi può giudicare, Viva l’Italia, Confusi e felici, Gli ultimi saranno ultimi e Beata Ignoranza. Fino al 28 gennaio in scena al Teatro Eliseo di Roma con "Sogno di una notte di mezza estate" di cui ha curato la regia,poi nel resto d'Italia.

Ve lo consiglio perché...

Mi è piaciuto tantissimo e non mi ha annoiato mai. In alcuni passi ho riso, in altri ho riflettuto molto e mi sono anche arrabbiata. Tutto è descritto con molta accuratezza, ma anche nella maniera più onesta possibile. Ho trovato preziosa la figura di Beatrice, nipote diciassettenne del protagonista, che partecipa in modo rilevante al suo processo di cambiamento nella storia.
Per gli appassionati di musica, è pieno di indicazioni musicali e leggere il libro ascoltando i brani citati è un'esperienza fantastica!
Alla fine del libro imparerete a camminare per più di un'ora al giorno, tutti i giorni.

Buona lettura a tutti!

Flavia Rizza

Questo articolo è stato scritto da Flavia, studentessa e blogger. Se ti piace scrivere e vuoi far parte anche tu del nostro team di blogger, scrivi a blogger@skuola.net o clicca qui

Consigliato per te
Spring Break alle Hawaii, esperienza unica
Skuola | TV
Maturità 2018: i consigli di Marco Travaglio - #primaprova

Con il direttore del Fatto Quotidiano commenteremo gli eventi di attualità più importanti avvenuti quest'anno e capiremo quali consigli bisogna seguire per scrivere un perfetto articolo di giornale durante la prima prova di Maturità 2018.

20 aprile 2018 ore 16:30

Segui la diretta