Party da brivido made in USA: come in American Horror Story!

saracrocioni
Di saracrocioni

Cosa si festeggia il 31 ottobre? Qui, negli Stati Uniti, sicuramente HALLOWEEN ed è impossibile non accorgersene.

I preparativi iniziano parecchie settimane prima.
Un mese prima aprono i negozi di costumi nei quali si possono trovare interi reparti dedicati solo a make up, parrucche, costumi e addobbi macabri e non.
Già a fine settembre alcune case del mio quartiere erano addobbate con zucche gonfiabili, gatti neri, ragni, finte lapidi e streghe meccaniche.
Il vero significato di questa ricorrenza credo si sia perso, diventando una festa molto commerciale ma comunque molto coinvolgente. Tutti, bambini e non, si impegnano andando alla ricerca di un outfit originale.
Io e i miei genitori ospitanti siamo andata alla ricerca (un mese prima anche noi!) del nostro outfit. Il mio costume era piuttosto sobrio, ho scelto di vestirmi da Harley Quinn.
I miei genitori ospitanti hanno scelto di vestirsi da Hillary Clinton e Tramp.

Quindi ognuno realizza il proprio outfit dando spazio alla propria fantasia, un po' come da noi per il carnevale.

I giorni precedenti ad Halloween aprono le cosiddette "case infestate".
Sono andata in una di queste con la mia amica Ahley. Prima di del momento non avevo mai visto una cosa simile; si tratta di case allestite con decorazioni macabre e spaventose con persone travestite ad arte pronte a spaventare i visitatori.

Anche prima del 31 ottobre, molti organizzano feste a tema e i ragazzi si riuniscono in case private per una serata tutta horror e pizza...e anche io
ho partecipato a una di queste.
Il giorno di Halloween si può anche andare a scuola travestiti ed è bello vedere come tutti si sentano coinvolti nelle varie iniziative scolastiche.

La sera sono andata con alcuni amici a fare un giro per il quartiere e a chiedere "trick or treat?".

È stato veramente divertente andare in giro e scoprire le case decorate ad arte, con luci e addobbi macabri,
ridere con i miei amici e provare quella sorta di imbarazzo che si ha quando si sa di stare facendo una cosa non esattamente adatta alla propria età. Ma comunque ci siamo divertiti come bambini!

Sara Crocioni

Questo articolo è stato scritto da Sara, studentessa e blogger. Se ti piace scrivere e vuoi far parte anche tu del nostro team di blogger, scrivi a blogger@skuola.net o clicca qui

Commenti
Consigliato per te
Maturità: il 100 e l’aiutino dei crediti bonus
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta