Ominide 8039 punti

La nave

Dicesi nave qualsiasi galleggiante in legno, in ferro o in altro materiale atto a trasportare persone e cose. In relazione al propulsore essa assume differenti denominazioni e impieghi: con il propulsore remo nave o imbarcazione remiera, con il propulsore vento su ampie superfici orientabili il veliero, con la propulsione meccanica su ruota, sia posteriore che bilaterale, la nave a ruota, con la propulsione meccanica su elica, la classica nave predominante in tutte le marinerie del mondo.
Ultima in ordine di applicazione, specialmente da parte della marina inglese, è la propulsione cosidetta a <cuscino d’aria>, che sfrutta potenti getti d’aria aventi la funzione di elevare un particolare tipo di battello di circa trenta centimetri dalla superficie del mare o terrestre.Una o due eliche da aereo esercitano la spinta per il moto avanti ed indietro.
Navi di questo genere sono chiamare hovercraft sono già da tempo addette al traffico passeggeri in alcune località del Nord Europa. Per le piccole navi o imbarcazioni abbiamo anche propulsione mista che può essere a remi e vela, a remi e motore, a vela e motore, a seconda che vengano sfruttati uno o ambedue detti propulsori.
Le qualità fondamentali di una nave
Sono:
• Stabilità: che deve consentire alla nave di conservare la sua normale posizione di equilibrio e ritornarvi, nel caso l’avesse perduta per effetto di forze incostanti esterne;
• Solidità: che deve consentire alla nave di resistere a forze, movimenti, pressioni che vengono esercitate su di esse in tante circostanze;
• Galleggiabilità: che deve consentire alla nave, in ogni suo dovuto assetto, di rimanere senza pericoli in superficie;
• Impermeabilità: che deve consentire alla nave di essere stagna a qualsiasi penetrazione di liquidi.
Hai bisogno di aiuto in Navigazione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email