Ominide 2155 punti

Adriana Lecouvreur

Di Francesco Cilea, 4 atti;
libretto di Antonio Colautti.
Prima rappresentazione: Milano Teatro Lirico, 6 novembre 1902.

Atto Primo. Siamo a Parigi, nel 1730. Nel foyer della Comédie Francaise Adriana scela a Michonnet il suo amore per l’uomo che ritiene essere un ufficiale e che in realtà è il pretendente al trono di Polonia, Maurizio di Sassonia. Sopraggiunge Maurizio, al quale Adriana offre un mazzolino di viole. Intanto il principe di Bouillon, amante dell’attrice Douclos, intercetta un suo biglietto nel quale fissa un incontro a Maurizio nel suo villino, messole a disposizione dal principe. Bouillon invita tutti a una festa sperando di potersi vendicare della Douclos.

Atto Secondo. La principessa di Bouillon, moglie del principe, attende Maurizio di cui è innamorata. Per vincere la sua gelosia egli le offre le violette ricevute da Adriana. All’arrivo degli invitati, la principessa si rifugia nel salotto accanto mentre Maurizio, svelando la sua vera identità a Adriana, le chiede di far fuggire la dama misteriosa.

Atto Terzo. Festa nel palazzo di Bouillon. La principessa vuole individuare la rivale. Credendo di riconoscerla nella donna che l’ha fatta fuggire, la mette a prova dicendole che Maurizio è stato ferito in duello. Adriana, con le sue reazioni, si scopre.

Atto Quarto. È la festa di Adriana. Tra i doni che riceve c’è un cofanetto con il famoso mazzolino. Adriana lo interpreta come un addio dell’amante e ne aspira intensamente il profumo. Arriva Maurizio, ignaro di tutto. Il mazzolino è avvelenato. Adriana muore tra le braccia dell’amante.

Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email