daddy8 di daddy8
Ominide 1072 punti

La dottrina luterana

La dottrina luterana fu la teoria che venne promulgata da Martin Lutero riguardo le Sacre Scritture, le quali, secondo il monaco agostiniano, dovevano essere rivisitate e modificate dalla Chiesa Cattolica, la cui dottrina invece si discostava con quanto affermato nella Bibbia. Tra i principali capisaldi della dottrina luterana vi era quella della salvezza dell'anima. Egli sosteneva che solamente avendo fede in Gesù, l'uomo poteva riuscire a salvare la propria anima, senza aver alcun bisogno di compiere opere buone durante la propria esistenza, come invece sosteneva la Chiesa. Questo punto prese il nome di giustificazione per fede e poteva trovare la sua realizzazione nella fede.
Questo fu un punto fondamentale per l'uomo rinascimentale, in quanto il problema della morte era onnipresente, per cui vi erano sempre timori su come poter salvare la propria anima. Altro punto col quale Lutero si discostò dalla Chiesa fu la negazione della transustanziazione, ossia la trasformazione del pane e del vino nel sangue e nel corpo di Gesù Cristo. A questa sostituì la consustanziazione, affermando la diretta presenza di quest'ultimo nel pane e nel vino. Inoltre Lutero affermava che l'uomo doveva avere contatti diretti con Dio, perciò negò l'appellarsi a figure che potessero fare da intermediarie tra esso e Dio, come ad esempio Maria o i Santi, e il ridimensionamento della gerarchia ecclesiastica.

Per quanto concerneva le messe, egli negò la celebrazione in latino, poiché non tutti capivano questa lingua, pertanto non tutti potevano accedere al messaggio divino e inoltre molti preti che celebravano erano soliti commettere errori e recitare, perciò il messaggio arrivava distorto agli interlocutori.
Per risolvere questo problema, Lutero si mise a tradurre in diverse lingue la Bibbia in modo che parte dei fedeli potessero accedere al messaggio di Dio. Lutero quindi si poneva contro l'organizzazione che le chiese avevano; esse, infatti, avevano una figura umana come "guida": Lutero affermò che la Chiesa non poteva avere una persona in questo ruolo in quanto questo spettava a Dio, unico detentore del potere divino. Un altro provvedimento che egli prese fu quello di ridurre il numero di sacramenti da sette a due, lasciando soltanto il Battesimo e l'Eucarestia.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove