tt7t7 di tt7t7
Ominide 1298 punti

Periodo classico, Mozart e Beethoven


Domande
1) Come si esprime l’arte nell’epoca illuministica?
2) Quali sono le forme musicali del periodo classico?
3) Mozart visse un’infanzia serena?
4) Com’è il rapporto con il padre?
5) Mozart visse da libero professionista?
6) Le condizioni economiche gli diedero stabilità e tranquillità?
7) Beethoven visse un’infanzia serena?
8) Che cosa rese in particolar modo la sua vita travagliata?
9) Descrivi il carattere di Beethoven.

Risposte
1) L’arte di esprime con la ricerca dell’equilibrio, di regolarità, di simmetrie. Si ispira all’arte classica, con i criteri di rispetto delle forme, di eleganza, di rifiuto degli eccessi, dell’esagerato.

2) Le forme musicali del periodo classico sono la sinfonia, la sonata, il concerto e la musica da camera.
3) L’infanzia di Mozart fu serena finché giocava con la musica, ma poi divenne piena di studi, esibizioni, composizioni e viaggi, che lo renderanno debole di salute.
4) Il padre per Mozart è una guida, è colui che lo comanda, che gli insegna e che lo dirige. Il rapporto è buono. Mozart senza il padre non sarebbe niente, infatti, una volta morto, lui non sarà più in grado di gestire la propria vita e morirà in povertà. È un rapporto di dipendenza.
5) Mozart non visse da libero professionista, in quanto doveva lavorare in continuazione per mantenere la famiglia in un certo agio.
6) Le condizioni economiche non gli diedero stabilità e tranquillità, perché per mantenerle buone dovette lavorare in continuazione senza sosta. Nonostante ciò, degradarono e lo portarono in povertà.
7) Beethoven non visse un’infanzia felice. Infatti, fu molto difficile perché visse in un ambiente culturale e familiare difficile. Il padre, infatti, era un cantante sempre ubriaco, spendaccione e che sfruttava le doti del figlio.
8) La sua sordità rese la sua vita molto travagliata e difficile. Questo perché si isolò sempre più dalla vita sociale, disperandosi e soffrendo, ma tornando poi alla normalità.
9) Il carattere di Beethoven, in epoca giovanile, era generoso, vivace, gentile, amorevole e benevolente. Successivamente, però, a causa della sordità, divenne solitario, molto disperato, depresso e scontroso. Il suo rapporto con la società era difficile. Rimaneva comunque un uomo molto laborioso. Infatti, non si fermò nella produzione di musica nonostante gli impedimenti fisici.

Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email