Ominide 319 punti
LUDWIG VAN BEETHOVEN
L.V.Beethoven nasce nel dicembre del 1770 a Bonn in una famiglia di musicisti. A insegnare a suonare al piccolo Beethoven è il padre, tenore nella cappella di corte. Il genitore è molto severo e lo rimprovera quando si mette ad improvvisare musiche al pianoforte. Ludwig è un ragazzino timido, introverso e solitario, che trova nella musica, che occupa tutta la sua giornata, il mezzo per mostrare la usa eccezionale fantasia. A 9 anni incontra un ottimo insegnante, Christian Gottlob Neefe, che si accorge delle capacità magnifiche del suo allievo e nel 1782 gli cede il suo incarico a corte di maestro di clavicembalo e direttore d'orchestra. Nel 1787 durante una breve visita a Vienna conosce Mozart. Nel 1792 si trasferisce a Vienna dove prende lezioni da Haydn; è molto apprezzato come pianista e compositore. Beethoven è in grado di suonare sia in modo elegante e raffinato, sia in modo vigoroso e irruento; la sua musica è sempre molto espressiva e ispirata. Mentre Mentre Beethoven controllava nuovamente le sue musiche, Mozart le scriveva di getto senza ricontrollarle.
Il giovane Ludvwig si dedicava soprattutto al pianoforte; a questo periodo risalgono molte variazioni e sonate per pianoforte, che rappresentano una buona fonte di guadagno. Già dal 1795 le sue composizioni registrarono tante vendite. A Vienna Beethoven era molto ammirato dal pubblico e aveva anche l'appoggio dell'alta aristocrazia. Tra questi c'è Karl Lichnowsky, che lo ospita nel suo palazzo e lo tratta come un figlio. Beethoven a Vienna non fu però mai un musicista affermato. Nel 1796 si erano manifestati i primi segnali della sua cecità. Egli è costretto ad abbandonare la sua carriera da compositore. Con Beethoven la sinfonia diventa la forma musicale per eccellenza. Una composizione in cui si rappresenta un vero e proprio dramma di sentimenti umani, in cui le melodie si possono paragonare a personaggi di melodrammi. Le dimensioni delle composizioni si dilatano, l'oganico orchestrale si amplia e si aggiungono nuovi strumenti. Le composizioni di Beethoven non nascono su richiesta di qualche nobile, per celebrare una determinata occasione, ma dall'esigenza dell'artista di esprimere e comunicare i propri sentimenti.
Beethoven ormai sordo si dovrebbe rassegnare ( infatti in un primo momento si voleva uccidere ), ma lui si fa forza e continua a comporre sentendo la musica dentro di sé. L.V.Beethoven è un artista indipendente che già a partire dal mese di maggio trascorre parte del suo tempo libero in mezzo alla natura. Beethoven, sentendo i suoni della natura, compone tante opere. Al ritmo con cui compone, produce spesso 3 o 4 opere contemporaneamente. Beethoven muore il 26 marzo 1825 all'età di 56 anni.
Nel corso della sua vita, Beethoven scrive:
- 9 sinfonie, 5 concerti per pianoforte, concerto per violino, violoncello e pianofrte;
- 32 sonate per pianoforte, 18 quartetti per archi;
- Un fidelio per teatro;
- Una messa solenne.
Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email