Ominide 1778 punti

Corinto

Corinto si trovava sull’Istmo ed era una delle città della Grecia antica.
• A Corinto vi era il culto di Afrodite Urania, ossia figlia di Urano, lei è detta dea afrogenea perché afros dal greco= spuma, viene detta anche ciprogenea perché nata a Cipro o filometea. Si dice che Afrodite era nata dalla spuma dei genitali di Urano che erano stati tagliati e buttati in mare. Sulle monete di Corinto veniva rappresentata Afrodite trainata da carri che si accarezza i capelli. A Corinto vi era un tempio dedicato proprio ad Afrodite, in questo tempio avveniva la prostituzione sacra, ossia che vi erano delle donne che si prostituivano in onore della divinità, da quanto ci dice Erodoto, questa pratica avveniva anche tra i Babilonesi. Esistevano due tipi di prostituzione sacra: prenuziale, che veniva detta anche occasionale, esse erano senza dote e offrivano quindi la verginità alla dea, era come un addio al celibato, poi vi era quella regolare che veniva praticata di continuo dalle sacerdotesse del tempio.

• Riguardo la città di Corinto veniva narrato un mito: il mito di Medea. Medea era una principessa corcide e una maga. Lei si era innamorata di Giasone e lo aiutava nelle sue imprese. Allora i due si sposarono e a Corinto ebbero due figli. Dato che lei si sposò senza il permesso del padre, tradendolo quindi, per non venire inseguita sporge le sue membra di fronte al mare. Il re di Corinto, Creonte, offre sua figlia in sposa a Giasone. Lui accetta e dice a Medea di andarsene e prendersi cura dei figli. Per vendicarsi con Giasone, Medea uccide i suoi figli e finisce quindi la discendenza di Giasone.
• Mito di Atteone: ragazzo cresciuto da Chirone, dal quale aveva imparato a cacciare e aveva cinquanta cani. La storia narra che venne sbranato da questi cani perché ha visto Artemide fare il bagno nuda, Artemide quindi lo trasforma in cervo, lui non viene riconosciuti dai suoi cani che lo sbranano. La seconda versione dice che tutto ciò avvenne perché aveva corteggiato Semele. I cani poi cercarono il padrone, fino a che arrivarono alla grotta del centauro Chirone che per calmarli fece un immagine del loro padrone.

Hai bisogno di aiuto in Mitologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email