Libertà di espressione, tesina

Tesina di maturità per Liceo Scientifico sulla libertà di espressione. Argomenti tesina maturità: Art. 21 della Costituzione italiana, la censura fascista, George Orwell, Marie Curie, lo studio di funzione.

Allegati
Questo appunto contiene 1 file allegato

Questo download è disponibile soltanto per gli utenti registrati.
Dimensione: 338 kB, scaricato 99 volte

E io lo dico a Skuola.net

Introduzione Libertà di espressione, tesina

Con la presente tesina di maturità voglio riflettere sulla libertà di espressione come uno dei valori fondamentali dell’uomo. Non è facile elaborare una definizione della libertà in senso assoluto, essendo questo valore ridimensionato dall’esistenza di altri valori. Innanzitutto, la libertà di espressione non va intesa in senso meramente quantitativo, come incremento di numero di voci, ma principalmente qualitativo. Pertanto garantirla deve voler dire favorire la pluralità di opinioni, la sopravvivenza degli uomini e soprattutto delle diversità culturali. Però, c’è un limite alla libertà di espressione? Recentemente abbiamo assistito ad un attacco terroristico al giornale satirico francese ‘’Charlie Hebdo’’ a causa di una vignetta che ritraeva Maometto. Questo terrificante evento mi ha spinto a pormi questa domanda, a condurre una serie di ricerche e soprattutto ad elaborare una serie di riflessioni per la mia tesina. Ho trovato conforto nelle parole del Pontefice all’indomani dell’accaduto: ‘’Ognuno non solo ha la libertà e il diritto ma anche l’obbligo di dire quello che pensa per aiutare il bene comune. L’obbligo! Abbiamo l’obbligo di parlare apertamente. Avere questa libertà, senza offendere’’. Parole semplici ma che hanno contribuito a dare una risposta al mio interrogativo. La libertà di espressione e di opinione è un diritto fondamentale, ma questa libertà andrebbe usata per far progredire la pace e unire gli uomini anche se diversi e con opinioni contrastanti. Se la libertà di espressione divide e fa nascere guerre, violenza e scontri di culture, il razzismo e l’odio finiranno per vincere la guerra della libertà. Al suono di questa parola nascono sentimenti di felicità, di gioia, ma anche di ribellione e di sofferenza che scrittori, filosofi, pittori hanno espresso nelle loro opere.
Nel mio percorso ho analizzato l’Articolo 21 della Costituzione italiana e l’Articolo 19 della dichiarazione dei diritti universali dell’uomo che sanciscono la libertà di espressione;
ho analizzato testi in cui essa viene negata:
• il romanzo di Orwell, testimone dell’orrore dei regimi totalitari;
• il saggio di Mill, considerato la difesa più lucida dell’autonomia dell’individuo.
Ho analizzato periodi in cui era limitata o, addirittura, assente:
• il periodo fascista, caratterizzato dalla censura;
l’età giulio-claudia: la favola di Fedro come opposizione al regime e alla censura imperiale;
…personalità che hanno vissuto una vita all’insegna della ribellione al fine di far emergere la loro voce:
Marie Curie;
movimenti artistici e letterari che sono riusciti, anche solo a livello stilistico e formale, a dare voce alla loro interiorità attraverso un nuovo linguaggio e rompendo con gli schemi tradizionali:
Avanguardie storiche: Futurismo e le ‘’parole in libertà’’;
Astrattismo: Kandiskij.
…per poi dedicarmi ai processi che riguardano il nostro organismo:
• Espressione genica: il processo attraverso cui l'informazione contenuta in un gene (costituita di DNA) viene convertita in una proteina.

Collegamenti

Libertà di espressione, tesina


Costituzione Italiana: Art. 21.
Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo: Art. 19.
Storia: La censura fascista.
Inglese: George Orwell e 1984.
Latino: Fedro, la favola.
Fisica: Marie Curie.
Matematica: Studio di funzione.
Italiano: Futurismo, parole in libertà.
Filosofia: John Stuart Mill.
Storia dell'arte: Astrattismo.
Chimica: Il codice genetico e la sintesi proteica.
Registrati via email
In evidenza