Genialità e Folla tesina

Tesina maturità liceo scientifico. Argomenti tesina maturità scientifica: la follia e la genialità, l'autismo, Pirandello, Nietzsche.

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 11
  • 26-06-2013
E io lo dico a Skuola.net
Sintesi Genialità e Follia tesina

In questa tesina di maturità si vuole mostrare come la follia è una realtà articolata e dalle molte facce, alcune delle quali poco valutate e spesso ardue da analizzare. Nel passato come nel presente la follia si è manifestata in tante piccole sfumature: attraverso i versi audaci dei poeti, il genio degli scienziati, le melodie appassionante dei musicisti, le giustapposizioni cromatiche sulle tele degli artisti, le gesta inconsulte dei potenti, e così anche in coloro che erano realmente malati. Oggi solitamente è chiamato pazzo chi è chiuso in manicomio o chi è affetto da qualche psicopatologia particolare. La persona autistica, ad esempio, vive la propria esistenza seguendo comportamenti fissi e ripetitivi che lo vincolano a rigidi schemi mentali fuori dai quali perde il senso dell’orientamento e non riesce a razionalizzare e a rapportarsi. Questa forma di alienazione lo ha spesso condannato a vivere recluso e rifiutato dalla società poiché considerato “a-normale”. Convivendo con questi soggetti tuttavia mi sono convinto che loro non lo sono realmente ed anzi in certe situazioni possiedono qualcosa di più e non qualcosa di meno rispetto agli altri esseri umani. Costoro, per il loro stato anormale, anzi supernormale, "vedono" molto oltre quello che possono percepire i comuni mortali. Così mi sono chiesto nello svolgimento della tesina se, come sostenevano Erasmo da Rotterdam e Platone, non è vero che la follia sia solo una malattia, ma anche una grande forza che aiuta l’uomo a “costruire” la propria vita secondo le proprie idee. La follia genera distruzione, anche autodistruzione, come mirabilmente narrato nelle tragedie dei classici greci e latini. Il folle è colui che è privo di senno, quindi che manca di qualcosa rispetto alle altre persone, ritenute conformi alla norma. E' questa l'accezione tipicamente occidentale e, sotto certi aspetti, "moderna" del folle, specie quando viene estremizzata. Ma tale modo di definire la pazzia come fenomeno unitario senza differenziazioni, in quanto semplice alienazione mentale, fuga nell'irrealtà, nel delirio fine a se stesso è per me enormemente erroneo. Distruzione e creazione costituiscono, quindi, i due poli, complementari e opposti, anche in base al contesto circostante, di questo stato ambivalente della mente e, in un certo senso, del corpo. Follia può essere crimine, ma anche genialità.


Collegamenti
Genialità e Follia tesina

Italiano - Pirandello.
Filosofia- Nietzsche.
Storia - Nazismo.
Inglese - Edgar Allan Poe.
Arte - Surrealismo.
L'autismo.
Registrati via email
In evidenza