Maturità esame orale: vinci l'ansia da prestazione

Maturità esame orale: una finale di coppa del mondo. I consigli del couch e di Rachele Sangiuliano

Ci siamo: è il momento dell'esame orale di maturità. Per molti di voi la maturità 2014 è già un ricordo ma per altri c'è ancora l'ultima gara da giocare: la finalissima. Cosa fa la differenza tra giocarsela al meglio e giocarsela in malo modo? La differenza, su tutti, lo fa lo stato d'animo nel quale sei! Per stato d'animo intendiamo calma, ansia, felicità, tristezza, sicurezza, paura, ecc. Due chiavi fondamentali per la gestione degli stati d'animo sono la fisiologia (Si intende: espressioni del volto, respiro, postura e movimenti) e il focus mentale. Concentriamoci sul focus mentale. Per questo ho chiesto aiuto a Fabrizio Rotta, Coach e Trainer marketing & comunicazione. Quella del Mental Coach è una figura a cui sempre più atleti si stanno rivolgendo proprio per imparare a gestire la pressione, gli stati d'animo e a migliorare la propria performance scoprendo e utilizzando al massimo tutte le proprie potenzialità.

USARE IL FOCUS MENTALE – Tanti sono i "giocatori" che prima di un esame hanno la cosiddetta "ansia da prestazione" (a me è capitato molte volte). Eh si, parliamo proprio dello stato d'animo dell'ansia. Perché questa viene? Proprio per come utilizziamo il nostro focus mentale. Un atleta come uno studente inizia a spostare il suo focus su quello che potrà accadere pensando a risultati di fallimento o mettendo in dubbio se stesso utilizzando una comunicazione poco efficace (a volte siamo bravissimi a parlarci nel peggior modo possibile).

NO ALL’ANSIA DA PRESTAZIONE – Immaginati prima dell'esame orale di maturità: sei a casa, ti prepari, esci e mentre percorri la strada che ti porta a scuola ti dici: "E se mi chiede quella cosa che non so?". "E se mi blocco mentre sono li?". "E se la commissione d'esame è severa?". "E se faccio una figuraccia?". "E se accade questo?" "E se accade quello?". Dicendoti queste cose inizi anche a crearti immagini di fallimento: "La commissione d'esame che ti rimprovera" "il professore che scrive BOCCIATO sul libretto dei voti". "I tuoi genitori che ti fanno un cazziatone atomico" "tutta l'estate a casa in punizione mentre i tuoi amici si divertono". Ed ecco fatto. Le jeux sont fait! Creata l'ansia da prestazione. E nel momento dell'esame orale, con questa bella ansia, con tutte le brutte immagini che hai creato che ti girano in testa e con le brutte frasi che ti dici, quale pensi sia il risultato? Un bel 10 e lode? Mmmm. Probabilmente no, vero?

ESAME ORALE MATURITA'

: COME UNA FINALISSIMA - La stessa cosa capita nello sport. Immaginati prima di una finale: adesso sei un atleta professionista. Sei in spogliatoio, ti prepari, esci e nel corridoio che ti porta sul campo inizi a pensare "e se sbaglio?". "E se gioco male?". Inizi a crearti immagini di fallimento: "l'avversario che alza la coppa e tu per terra sudato e piegato dal peso della sconfitta". "I tifosi che ti fischiano". E anche in questa situazione, ecco fatto! Le jeux sont fait! Creata l'ansia da prestazione. E anche in questo caso nel momento della partita, con questa bella ansia, con tutte le brutte immagini che hai creato che ti girano in testa e le brutte frasi che ti dici, quale pensi che sarà il risultato? Un bella prestazione da campione? Mmmm. Probabilmente no, vero? Pensi che Grosso prima di tirare il rigore decisivo che c'ha fatto vincere i Mondiali nel 2006 si sia detto: "e se sbaglio?". Io e Fabrizio crediamo proprio di no!


QUALCHE CONSIGLIO DAL COACH – E con questo finisce l'articolo... no scherziamo! Qualche chicca per una buona prestazione all'esame di maturità orale te la diamo. Dicevamo che per gestire il tuo stato d'animo una delle due chiavi è il focus. In effetti è così. Quante volte ti è capitato di fare qualcosa benissimo quella volta e non essere in grado di farla la volta dopo? Pensa ad un esame: hai studiato come un matto, quando ripeti gli argomenti li sai e forse anche di più, anzi, li padroneggi! Te li ripeti e li ripeti a chiunque, ma quando sei davanti alla commissione d'esame, ti blocchi, non vai avanti. Forse perché non ti sei "allenato"? Non hai le risorse per fare un ottimo esame? Certo che no! E' semplicemente perché hai utilizzato male il tuo focus mentale dicendoti ed immaginando le cose che dicevamo prima. Infatti, quello che diciamo sempre è che "non esistono persone o atleti senza risorse, ma stati d'animo senza risorse.

CE LA FARAI! – Allora allena il tuo focus. Invece di pensare "e se non ce la faccio" allenati a pensare "e quando ce la farò? Quanto sarà figo!!!!". Creati immagini di successo e non dire mai "ma non sono capace!". Come ne crei di brutte, ne puoi creare di straordinarie. Poi torna nell'adesso, con uno stato d'animo utile e carpe diem! Tutto andrà alla grande!

P.S. Alla base di tutto, anche se hai un focus super allenato, c'è una chiave fondamentale per fare un ottimo esame... STUDIA!!!! :-)
Qualche informazione in più su Fabrizio la trovate sul suo sito: http://www.fabriziorotta.com/

Rachele Sangiuliano


Nata a San Donà di Piave (VE) il 23 giugno 1981, Rachele è un'ex pallavolista italiana, giocava nel ruolo di palleggiatrice e conta 106 presenze con la nazionale seniores Italiana con cui ha vinto un Mondiale nel 2002. Si è avvicinata alla pallavolo all'età di 9 anni dopo aver visto il cartone animato Mila e Shiro. Ha giocato in diversi Club in Italia e ha terminato la sua carriera in Francia nel 2012. Dal 2013 lavora per LGS SportLab, agenzia che gestisce l'immagine, la comunicazione e la formazione di atleti professionisti e da quest'anno commenta il volley femminile per FOX (SKY). Seguila su Twitter, Instagram o sul suo blog personale

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta