Materie dell'esame di Maturità 2019: come vengono scelte?

materie maturita chi le decide

Ogni anno il Miur comunica le materie di Maturità affidate ai commissari esterni e quali saranno le materie in seconda prova all'Esame di Stato. Ma chi sceglie quali saranno le materie dell'Esame di Stato 2019? Ecco nel dettaglio come e quando vengono scelte e da chi.

Materie esterne maturità 2019

Le materie esterne di Maturità sono quelle affidate ai membri esterni di commissione d'esame. Vengono scelte ogni anno dal Miur e comunicate entro il 31 gennaio, come vuole la normativa. Solitamente, per la regola dell'alternanza, le materie dei membri esterni e dei membri interni si invertono ogni anno.

Materie interne maturità 2019

Le materie interne di Maturità, cioè le materie affidate ai membri interni di commissione d'esame di Maturità 2019, sono quelle che non sono state scelte dal Miur per i commissari esterni. Devono essere rappresentate così tutte le materie studiate a scuola.

Materie seconda prova maturità

Le materie di Maturità della seconda prova, secondo regolamento, possono essere comunicate entro gennaio. Come dice la normativa: "Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca sono individuate annualmente, entro il mese di gennaio, le discipline oggetto della seconda prova, nell'ambito delle materie caratterizzanti i percorsi di studio, [...] e le modalità organizzative relative allo svolgimento del colloquio". Il Miur quindi, ogni anno, sceglie la materia di seconda prova tra una rosa di materie caratterizzanti d'indirizzo. Generalmente viene seguita la "regola dell'alternanza" secondo cui ogni anno si alternano le materie oggetto della seconda prova. Tuttavia, questa non è una vera e propria regola ma una consuetudine che il Miur può scegliere o meno di seguire.

Seconda prova maturità 2019, una o più materie?

Fino allo scorso anno, il Miur sceglieva solo una materia tra una rosa di materie di indirizzo. Dal prossimo anno, potrebbero esserci delle novità. La legge dice infatti: "La seconda prova, in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo/esecutiva musicale e coreutica, ha per oggetto una o più discipline caratterizzanti il corso di studio ed è intesa ad accertare le conoscenze, le abilità e le competenze attese dal profilo educativo culturale e professionale della studentessa o dello studente dello specifico indirizzo".

Materie maturità 2019 colloquio orale

Quali e quante materie nel colloquio orale? Fino al vecchio esame, il colloquio si svolgeva con domande su tutte le materie del quinto anno. Da quest'anno, qualcosa cambia, anche se nel decreto legislativo 62 del 2017 sulla riforma dell'esame non è esplicitato il numero di materie del colloquio. Ecco come si svolgerà la prova: "Il colloquio ha la finalità di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale della studentessa o dello studente. A tal fine la commissione,[...] propone al candidato di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi per verificare l'acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle per argomentare in maniera critica e personale anche utilizzando la lingua straniera." Inoltre, fa la sua apparizione una nuova materia: "Cittadinanza e Costituzione": "Il colloquio accerta altresì le conoscenze e competenze maturate dal candidato nell'ambito delle attività relative a «Cittadinanza e Costituzione»"

Alternanza scuola lavoro e colloquio orale

Secondo la riforma, come si legge nel decreto, "Nell'ambito del colloquio il candidato espone, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, l'esperienza di alternanza scuola-lavoro svolta nel percorso di studi. Per i candidati esterni la relazione o l'elaborato hanno ad oggetto l'attività".
Tuttavia, il neo ministro Bussetti ha annunciato modifiche su questo punto e vuole togliere centralità all'alternanza al momento del colloquio orale. Attendiamo quindi comunicazioni ufficiali su questo aspetto.

Carla Ardizzone

Skuola | TV
Il Vicepremier Matteo Salvini risponde agli studenti - #MeetMillennials

Con il Vicepremier e Ministro dell'Interno parleremo di attualità, scuola e molto altro. Curioso di scoprire cosa dirà? Non perdere la puntata!

17 dicembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta