Maturità 2015: 45% potrebbe cadere su matematica

Maturità 2015: 45% potrebbe sbagliare la prova di matematica

La seconda prova di matematica è alle porte e le novità della maturità 2015 spaventano non poco i maturandi. Le preoccupazioni per l' esame di maturità liceo scientifico potrebbero aumentare per gli studenti visti i risultati che sono stati da poco sono pubblicati dal Miur sull'ultima simulazione della seconda prova matematica, vera e propria "prova generale" dell'esame di Stato. Su circa 30mila prove corrette, ben il 45% è risultata insufficiente. Tuttavia non ci sono solo cattive notizie: infatti la maggioranza, il 55%, risulta promosso e sono tanti coloro che hanno ottenuto il massimo dei voti, ben 1 su 5 del totale. E' poi da specificare che, in mancanza di dati sui risultati ottenuti alla seconda prova di matematica degli anni precedenti, è impossibile stabilire se gli studenti abbiano dimostrato di avere più difficoltà rispetto al passato.

Guarda il commento del Miur alla simulazione di seconda prova del 22 aprile

PROVA DI MATEMATICA MATURITA': I PROMOSSI E I BOCCIATI - Le classi del quinto anno del liceo scientifico si sono spaccate a metà durante l'ultima simulazione della seconda prova di matematica maturità. Purtroppo, il 45% complessivo dei ragazzi non è riuscito a consegnare un compito sufficiente. Secondo i dati, infatti, più di 1 su 10 addirittura è sceso sotto i 6 punti, mentre circa 1 su 3 ha ricevuto un'insufficienza meno grave collocandosi nella fascia tra i 7 e i 9 punti. Le novità della seconda prova di matematica hanno, insomma, messo in crisi buona parte dei maturandi. Tuttavia la maggioranza (il 55%) è uscita dalla simulazione di seconda prova di matematica senza troppi lividi: circa il 36% ha dimostrato di poter raggiungere la sufficienza conquistando tra i 10 e i 12 punti, e addirittura ben 1 su 5 del totale ha acquisito un voto tra il 13 e il 15, rientrando così nella fascia massima. La simulazione del 22 aprile comprendeva non solo le tracce di problemi, ma anche la parte dei quesiti di matematica di maturità, che mancavano nel compito della simulazione di seconda prova di maturità del 25 marzo.

PROBLEMI, CHE INCUBO - I maturandi hanno potuto scegliere, proprio come succede durante l'esame di maturità, di svolgere una tra due tracce di problemi e cinque tra dieci tracce di quesiti di matematica di maturità. I ragazzi si sono equamente divisi tra le due tracce di maturità di problema, anche se si evidenzia una leggera preferenza per la prima traccia, che trattava della gestione di spettatori nella curva nord di uno stadio. Tuttavia, proprio il problema 1 sembra aver dato del filo da torcere ai quasi 19mila maturandi che si sono cimentati su di esso. Ben il 33%, infatti, non ha risposto esattamente a nessun quesito, contro il 6% dei 16mila che hanno scelto la seconda traccia, intitolata "Il Vaso". Si equivale tuttavia la percentuale di chi è riuscito ad ottenere un buon punteggio nella risoluzione dei due problemi rispondendo esattamente a 3 quesiti(26%) o addirittura a tutti (21%).

QUESITI MATEMATICA MATURITA'

: TRENI? NO GRAZIE, MEGLIO LE FUNZIONI - Per quanto riguarda invece la parte dei quesiti di matematica di maturità, alcuni sono stati ostici per i ragazzi. Particolarmente spinoso il quesito 10, che chiedeva di calcolare il passaggio in stazione del treno in base ad alcuni dati temporali. Insieme al quesito 4 e al quesito 7, è stato il meno scelto. In più, coloro che hanno deciso di risolverlo non hanno avuto vita semplice e ben nel 64% dei casi hanno dato una risposta errata. Decisamente migliori i risultati sul quesito numero 1, che richiedeva lo studio di una funzione: è stato il quesito più scelto in assoluto (dal 73% dei maturandi) e anche quello dove la percentuale delle risposte errate è calata al 18%.

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta