Maturità, premio 100 e lode dimezzato in 7 anni

Crisi contro 100 e lode: dimezzato premio maturità

Vita dura per i 100 e lode: fino allo scorso anno, infatti, questa votazione illustre alla maturità portava punti ai test di ingresso e qualche gradito contributo da parte del Miur. Ma oggi il bonus è stato abolito, e anche la somma destinata a premiare i super-diplomati ha subito una sforbiciata. All’epoca del ministro Fioroni, che ha introdotto la premiazione del merito, i ragazzi da cento e lode avevano diritto a ben 1000 euro. Di anno in anno la cifra si è ridotta: ai 100 e lode della maturità 2013 sono stati assegnati solo 500 euro, esattamente la metà della cifra di partenza. Ma il ministero tranquillizza: il budget tra il 2012 e il 2013 è rimasto invariato, e la riduzione è dovuta all’aumento dei ragazzi che hanno ottenuto il massimo dei voti alla maturità. Tutto questo a fronte di un cambiamento normativo che ha reso più difficile conseguire la lode.

PREMIAZIONE DEL MERITO: SEMPRE MENO

- Fu la legge n. 1 dell'11 gennaio 2007, durante il mandato di Fioroni, ad introdurre la premiazione del merito. Con il decreto ministeriale dell'8 settembre 2011, è partito poi Io Merito, il programma nazionale di valorizzazione delle eccellenze del ministero, grazie al quale gli studenti che hanno conseguito la votazione di 100 e lode all'esame di Maturità sono inseriti nell'Albo Nazionale delle Eccellenze, insieme ad altri studenti che si sono distinti in competizioni e progetti internazionali. Ogni anno, in base ai fondi disponibili, il ministero stabilisce il denaro da erogare ai ragazzi iscritti a questo particolare registro. Due anni fa, la somma per i 100 e lode era 650 euro, mentre quest’anno è di 500, come stabilisce la circolare 27 del 15 ottobre 2013. Esattamente la metà dei 1000 euro da cui si era partiti nel primo anno di applicazione della norma.

TROPPI 100 E LODE?

– La riduzione del premio è stata accompagnata, negli ultimi anni da un giro di vite sulla concessione del 100 e lode. Forse anche per la polemica sulla presunta “facilità” di ottenerlo. Era il 2009, e allora ottennero il massimo dei voti alla maturità ben 3.529 studenti su un totale di 383.024 ragazzi, valore che corrisponde a circa lo 0,9% del totale. Esplose la polemica e il sospetto che, soprattutto in alcune scuole del sud Italia il bel voto fosse spesso “regalato”: nel 2011, i quotidiani lanciavano la notizia che nel Mezzogiorno si riscontrassero il doppio di 100 e lode rispetto al nord. Ma oggi le cose sono cambiate. Infatti, i requisiti per ottenere il massimo all’esame di maturità sono sempre più difficili da raggiungere: lo testimoniano anche i dati. Nel 2013, sono stati lo 0,7% dei ragazzi ad ottenere il 100 e lode, dato in crescita dalla ancora più bassa percentuale, lo 0,6%, dell’anno precedente.

IL MINISTERO CHIARISCE

– Proprio nei numeri sta la spiegazione di questa riduzione. Carmela Palumbo, Direttore Generale Ordinamenti Scolastici e Autonomia Scolastica, dichiara che il budget per i 100 e lode è rimasto invariato negli ultimi due anni, mentre sono aumentati i ragazzi che hanno ottenuto il voto massimo all’esame: da 2459 nel 2012 ai complessivi 3199 nel 2013. La quota di fondi è restata quindi attorno ai 1,6 milioni (nel 2012/2013 è anche salita da 1.598.350 euro del 2011/2012 a 1.599.500), che fa parte di un totale da dividersi però con i ragazzi vincitori di gare e olimpiadi nazionali.

VUOI LA LODE? IMPEGNATI DI PIU’

– Inizialmente il 100 e lode era riservato a tutti quelli che conseguivano il massimo dei voti in ogni prova d’esame e inoltre avevano maturato anche il massimo dei crediti scolastici negli ultimi 3 anni di studio. Successivamente, per volere dell’ex ministro Gelmini, la faccenda si è complicata: dal 2010 bisogna avere una pagella con almeno 8 in tutte le materie (condotta inclusa!) sempre nell’ultimo triennio. Invece, a partire dal 2012, il massimo dei crediti è riservato a quelli che hanno una media superiore al 9 mentre prima bastava quella dell’8. Una volta raggiunti questi requisiti, è la commissione che decide se assegnare la lode, per di più all’unanimità. Tutta questa fatica per soli 500 euro? In realtà i maturandi del 2014 conosceranno l’importo solo dopo il loro esame, sperando che Renzi, avendo messo la valorizzazione delle eccellenze dei giovani in primo piano, porti belle sorprese.


E tu pensi che riuscirai a prendere 100 e lode?

Carla Ardizzone

Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta