Commissari esterni 2016: 4 trucchi per affrontarli

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

 esame di Maturità catturare l'attenzione dei commissari

Manca poco ormai alla pubblicazione del Miur dei nomi dei commissari esterni maturità: finalmente saprete chi saranno e su quali argomenti scolastici puntare per fare buona impressione sugli illustri sconosciuti che dovranno giudicarvi nell'ultimo step prima della chiusura del capitolo scuola superiore. Dal 7 giugno infatti potrete dare nome e cognome ai vostri commissari esterni e cominciare le ricerche per scoprire che carattere hanno, se sono larghi o stretti di voti e soprattutto su quali argomenti hanno vere e proprie fissazioni. Senza dimenticare le domande ricorrenti! Qui vi spieghiamo in particolare alcuni trucchetti da utilizzare nel momento del testa a testa finale, il colloquio orale: è infatti molto importante tenere vivi l’interesse e l’attenzione dei commissari esterni maturità, ma anche saper comunicare con loro non solo a parole, ma anche con l'atteggiamento giusto. Infatti, se i prof si interessano al vostro lavoro è difficile che stronchino la vostra esposizione con qualche domanda scomoda che possa mettervi in difficoltà. Ma come si cattura l’attenzione dei commissari maturità?

#1

COMMISSARI ESTERNI

: PAROLA D’ORDINE: SICUREZZA – La prima impressione è quella che conta. Ad una persona bastano 30 secondi per formarsi un opinione di noi solo guardandoci. Quindi è bene presentarsi con un look sobrio, senza esagerazioni e apparire sicuri della propria preparazione. Nel momento in cui iniziate il discorso in cui esponete la vostra tesina, guardate negli occhi i commissari esterni o interni di maturità. Cercate di non focalizzarvi solo su un prof, ma cercate indistintamente lo sguardo di tutti i componenti della commissione maturità 2016 : farlo obbligherà i prof a stare attenti alle vostre parole.

Guarda il video con i consigli perfetti per il tuo esame!


#2

COMMISSARI ESTERNI

: UNA PRESENTAZIONE ORIGINALE – Per l’esposizione della tesina aiutatevi facendo una presentazione con l’ausilio di PowerPoint. Nella creazione delle slide, provate a pensare al vostro percorso in maniera originale, ma senza esagerare: i commissari esterni maturità non amerebbero mettersi gli occhiali da sole per riuscire a guardare una presentazione su uno sfondo fluo.


#3

COMMISSARI ESTERNI MATURITA'

: LA RISPOSTA PRONTA – Sappiamo bene che il colloquio orale è composto da tre momenti: dopo l’esposizione della tesina arrivano le domande libere dei commissari maturità, per poi concludere con la revisione degli scritti. Per quanto possiate esservi preparati al meglio, può capitare che l’emozione vi giochi qualche brutto scherzo e che non riusciate a rispondere alla domanda di uno dei commissari esterni. In questo caso, non fatevi prendere dal panico, ma agite con un po’ d’astuzia. Evitate di fare scena muta e di incastrarvi in quei fastidiosi “eeeeh” o “mmh” che non piacciono per niente ai prof. Al contrario, con la sicurezza degna dei migliori attori di Hollywood, iniziate a rispondere spostando l’attenzione su un argomento che conoscete meglio.


#4

COMMISSARI MATURITA':

I DETTAGLI CONTANO - Apparire sicuri ed avere un tono di voce ben impostato vi aiuterà non solo a non annoiare i commissari, ma anche a fare colpo positivamente sui prof. Alla fine del colloquio, potrete chiudere in bellezza con una stretta di mano decisa a tutti i commissari interni ed esterni che confermerà l’opinione che si sono fatti di voi.


Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta