Giovanni Pascoli, Patria: figure retoriche, commento, analisi

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

pascoli la patria

Patria di Giovanni Pascoli è il primo brano dell'analisi del testo proposto dalla simulazioni maturità 2019. Nonostante il titolo, la poesia non è civile e patriottica, ma nostalgica, che parla di memorie d'infanzia.
Oggi noi di Skuola.net seguiremo passo passo la simulazione di prima prova maturità 2019 del 19 febbraio.

Significato poesia Patria di Giovanni Pascoli

La poesia si apre con il ricordo di un giorno estivo, con il suono delle cicale e delle foglie, mosse dal vento. I colori sono tenui e regna la serenità. E' il sogno di un ritorno a S.Mauro, il paese natale.
E' tuttavia il suono delle campane a rievocare il momento della morte del padre e il dolore che lo accompagna, con un finale velato di tristezza, perché il poeta si rende conto di essere un esule, che non appartiene più a quei luoghi della fanciullezza, perché questa è ormai lontana.

Patria di Pascoli: figure retoriche e metrica

Ecco qui l'analisi della metrica e delle figure retoriche de La Patria di Pascoli.
  • Metrica: la composizione presenta versi in novenari. Le rime seguono lo schema A, B, A, B.
  • Figure retoriche: sono presenti numerosi enjambements, onomatopee (tremulo, stridule, etc), l’alternanza dei suoni, assonanze e consonanze. Molto presente l’ellissi del verbo in particolare nella terza strofa con frasi accostate con il verbo sottinteso.

Patria di Pascoli: commento alla simulazione della prima traccia di analisi del testo

Questo il commento dei tutor di Skuola.net: "Il tema portante di questo componimento è la nostalgia e il ricordo che il poeta ha della sua patria; descrivendo infatti un paesaggio di un giorno d'estate lui ricorda l'idillio della sua giovinezza. Tutto ciò però viene interrotto dal suono delle campane nell'ultima strofa, che mentre nella prima strofa (scampanellare) hanno un'accezione positiva, qui "le campane mi dissero dov'ero" segnano il ritorno alla realtà come se risvegliassero l'autore da un sogno; lui prende quindi coscienza della propria condizione e ne è amareggiato e si sente come un forestiero lontano dalla sua patria, provando la condizione degli esiliati.
per questo il componimento può essere tematicamente suddiviso in due parti: la prima parte composta dalle prime tre strofe ha un carattere positivo che rimanda quasi alle bucoliche virgiliani con la descrizione di un paesaggio felice; mentre l'ultima strofa ha una connotazione negativa con il rimando alla reale condizione in cui l'autore si trova: lontano dalla sua patria come un esiliato.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di scoprire chi sarà il prossimo ospite? Non ti resta che seguirci!

28 marzo 2019 ore 16:00

Segui la diretta