Ominide 651 punti

La retta

La retta, è un luogo geometrico, che può distinguersi in: retta passante per l'origine, retta verticale, retta orizzontale, e retta generica. Prima di parlare delle diverse tipologie di rette, dobbiamo dire, che per parlare in maniera esatta di una luogo geometrico, in geometria analitica, bisogna, innanzitutto, trovare la relativa equazione. L'equazione della retta è una legge che unisce tutti i punti della retta, descrivendo il tipo di retta. Allora la retta passante per l'origine è caratterizzata da questa equazione:
y= m*x, dove m è il coefficiente angolare della retta (esprime l'angolo che si forma tra la retta e il semiasse positivo delle ascisse). Come dice la definizione, questa retta interseca solo e soltanto l'origine. Se m=1 possiamo dire che y=x, e questa retta coincide con la bisettrice del primo e del terzo quadrante. Mentre, se m=-1 possiamo scrivere y = -x, e coincide con la bisettrice del secondo e quarto quadrante. L'equazione della retta verticale è: x=k, dove k è un numero reale; mentre l'equazione della retta orizzontale è y=k, dove k è un numero reale, per esempio, y= 3. Infine l'equazione della retta generica è: y=mx+q, dove m è il coefficiente angolare della retta e q è un numero reale. Ora la retta generica, non passa, necessariamente per l'origine: può solo se q=0. Per disegnare graficamente, nel piano cartesiano , una retta generica bisogna trovare le intersezioni della retta con l'asse x, l'asse delle ascisse, e l'asse y, l'asse delle ordinate.

Hai bisogno di aiuto in Geometria per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email