Ominide 22 punti

Promessi Sposi - Riassunto del capitolo 35

Il lazzaretto è occupato interamente da carri, baracche, sedici mila malati e cadaveri ammucchiati sulla paglia. Renzo fermatosi davanti la porta del lazzaretto resta sopraffatto e consapevole della realtà che lo circonda. Vede aldilà della porta un viale sgombro, un movimento disordinato e rumoroso di carri, cappuccini e laici che gestiscono le operazioni di scarico della roba depositata sui carri. Renzo entra nelle capanne, osserva i volti dei presenti pervasi dal patimento cercando di trovare invano quello di Lucia, perché non vi è nessuna donna e incontra le persone impegnate nei servizi di assistenza. Il cielo si incupisce, la pioggia sembra vicina, ma è rimandata dai tuoni.
Tutto è avvolto nel silenzio, Renzo sente all'improvviso dei vagiti e dei belati provenire da uno steccato. Vede alcuni neonati su materassi, balie e capre che allattano i neonati. Arriva un cappuccino con una lunga barba bianca che porta due bambini in braccio, accolti poi tra le braccia di una donna. Renzo riconosce in quel cappuccino Fra Cristoforo, mentre quest'ultimo si dirige verso la capanna e mangia con una scodella in mano. Fra Cristoforo non è mai partito per Rimini, ma per Milano dove lavora da circa tre mesi nel lazzaretto.

Il suo portamento è curvo, il suo viso è scarno e sembra che la sua natura esausta sia stata superata da uno sforzo dell'animo. Renzo gli si avvicina e Fra Cristoforo posata a terra la scodella si alza. Raccomanda Padre Vittore di occuparsi dei malati nelle capanne dopodiché riempie una scodella e un bicchiere di vino che porge a Renzo. Renzo gli racconta di Lucia e delle sue peripezie. Fra Cristoforo lo informa del divieto di entrare nel luogo riservato alle donne, ma dopo un attimo di esitazione gli indica la chiesa affianco alla cappella dove Padre Felice condurrà la quarantena. Tra coloro che seguono la processione può trovare Lucia e lo invita a cercarla con fiducia e rassegnazione. Renzo si propone di andare al castello di don Rodrigo se non avesse trovato Lucia, ma Fra Cristoforo lo distoglie dai suoi cattivi propositi. Lo conduce in una capanna dove Renzo riesce a riconoscere tra gli infermi don Rodrigo, quest'ultimo giace sul letto con il viso pallido e sparso di macchie nere. Renzo perdona don Rodrigo e si dirige verso la cappella indicatagli da Fra Cristoforo.

Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email