S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Capitolo XI


Don Rodrigo attende il ritorno dei bravi e nel frattempo ripensa a quali conseguenze potrebbero ritorcersi contro lui una volta ottenuta la ragazza, pur sapendo che non gli sarebbe potuto accadere nulla di tanto grave. Si infuria con il Griso quando, ritornato al palazzotto, gli riferisce di aver fallito nel rapimento di Lucia. Il signorotto, dopo essersi sfogato, ordina al Griso di sorvegliare la casa di Lucia e raccogliere informazioni. Il giorno seguente riceve il supporto del conte Attilio e riesce ad appuntare i sospetti, che ci sia qualcuno che li controlli, sul frate Cristoforo. Chiede, pertanto, la collaborazione del conte suo zio, uomo politico, per vendicarsi. Ritornato dal paese, il Griso riferisce tutto ciò che ha sentito dalle voci che circolano, compresa quella di Perpetua, ma senza sapere dove si trovano i tre fuggiaschi. Don Rodrigo si affida ad Azzecca Garbugli per indurre Renzo a trovarsi nei guai per non permettergli di raggiungere Lucia. Intanto Renzo è a Milano dove vi sono rivolte cittadine per l'aumento dei prezzi sul pane. Il giovane chiede ad un passante la strada per il convento dei cappuccini dove avrebbe dovuto trovare padre Bonaventura che lo avrebbe aiutato. Renzo, dapprima, incuriosito, si muove verso la città. Trova per terra tre pezzi di pane e nota diversi cittadini trasportarne grandi quantità, affannandosi per il peso. Si accorge in particolare di una famigliola e lì capisce che è in atto una rivolta e che la gente sta dando assalto ai forni. Decide di stare fuori dal tumulto e recarsi finalmente al convento. Lì gli viene negato l’ingresso e ritorna al tumulto lasciandosi trasportare dalla folla, ne approfitta per curiosare.
Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email