Ominide 1864 punti

CAPITOLO 35 - SEQUENZE

1) Fino al p. 57
Renzo entra nel lazzaretto ed esplora tristemente il luogo: vede persone terribilmente malate ed individui addetti alla loro cura.

2) Dal p. 58 al p. 95
Renzo, cercando l’area femminile, si sofferma su una particolare frazione del lazzaretto in cui vengono accuditi i bambini, anche tramite il latte di alcune capre.

3) Dal p. 96 al p. 233
Renzo incontra finalmente Fra’ Cristoforo e gli racconta la sua avventura e quella di Lucia. Sebbene sia contro la legge, il frate indica a Renzo una via per l’area femminile del lazzaretto, dove potrebbe trovarsi Lucia.

4) Dal p. 234 al p. 350
La vena impulsiva di Renzo si ripresenta agli occhi del frate e questo, alterato, lo porta da Don Rodrigo che, ammalato molto gravemente, potrebbe salvarsi l’anima grazie al perdono di Renzo, il quale glielo concede.

STRUTTURA DEL CAPITOLO

Il capitolo è principalmente descrittivo e narrativo, anche se abbiamo delle sequenze introspettive in corrispondenza dell’analisi del comportamento di Renzo. La descrizione è molto particolareggiata specialmente nella parte iniziale, e la narrazione è presente durante il racconto di Renzo. È presente molto dialogo (quello tra Renzo e padre Cristoforo). Fabula ed intreccio non coincidono per via della storia raccontata dal giovane, tuttavia i fatti sono narrati in diretta dal punto di vista di Renzo.


PERSONAGGI

I personaggi in azione in questo capitolo sono Renzo e padre Cristoforo, tuttavia a mio parere è molto rilevante la presenza delle donne e dei bambini. È proprio la parte in cui si descrivono le azioni delle donne, infatti, la scena che più immerge il lettore nella situazione caotica e terribile del lazzaretto (attraverso il pianto dei bambini, la stanchezza delle donne, la presenza delle capre).


TEMI

I temi ricavati dalla lettura del capitolo sono l’aiuto reciproco, la solidarietà e il perdono. Tutti e tre i temi traspaiono dai personaggi di Renzo e di padre Cristoforo e tutti e tre mirano ad infondere nel lettore l’idea che con queste tre caratteristiche l’uomo si possa “salvare” non solo religiosamente parlando, ma anche moralmente.


SCELTE STILISTICHE

Lo stile di questo capitolo è sorprendente, accattivante e incalzante. Ci sono, forse, un po’ di ripetizioni, che tuttavia servono a rendere perfettamente il clima agitato e sofferente del lazzaretto. Attraverso le parole di frate Cristoforo, l’autore tenta di insegnare al lettore (per esempio al paragrafo 340). Ci sono molti riferimenti alla religione e a Dio. Molto importante è l’inizio del capitolo “S’immagini in lettore…” che ci pone subito in mezzo alla narrazione.

Hai bisogno di aiuto in Riassunto Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email