Ominide 4103 punti

Don Rodrigo

Il personaggio di Don Rodrigo riveste il ruolo di antagonista nel romanzo “I Promessi Sposi” , in quanto oppositore dei due protagonisti a cui impedisce di sposarsi. Viene per la prima volta indirettamente presentato nel capitolo V tramite la descrizione del suo palazzo, quasi come se l'autore non ritenesse degno attribuirgli caratteri umani: da tale dettagliatissima descrizione si evince l'autorità di cui godeva in paese, ambiente degradato per una umanità degradata, retta e regolata da leggi di violenza. Manzoni non ritrae don Rodrigo, ma questa fortezza lo descrive accuratamente: la sua imponenza definisce la forza del signorotto la quale in realtà cela la debolezza e la mediocrità tipiche di un uomo comune che non si distingue tra i suoi pari e soggetto a rimorsi. Privo di ogni principio morale, egli vive nel crimine e nella malvagità,compie senza scrupoli ogni sorta di sopruso, sicuro della propria impunità garantitagli dall'appoggio dei più ragguardevoli della zona e dalla sostanziale inesistenza e impotenza della giustizia, riflesso di una società in cui prevale sempre il più potente.

Alla descrizione del paese su cui domina il palazzotto segue un “cambio d'inquadratura” che ora verte e si focalizza al suo interno, presentando il personaggio tramite la sua condotta durante una cena alla presenza di altre personalità di un certo prestigio, ma con cui si relaziona sempre ponendosi in una posizione di superiorità, seppur celata da un velo di ipocrisia.
Con questa stessa disposizione si presenta al cospetto di Fra Cristoforo a cui, dopo averlo coinvolto al banchetto e alla relativa disputa in atto in attesa di riceverlo personalmente, da finalmente udienza.
In tale colloquio, propostoci nel VI capitolo, emerge in toto l'indole di Don Rodrigo: al contrario di Frate Cristoforo, il quale si esprime con “guardinga umiltà” per non esporre a pericoli Lucia, il signorotto, in seguito ad una breve fase di falsa cordialità, esibisce invece tutta la sua arroganza e superficialità, in coerenza con il suo vuoto interiore, ricorrendo continuamente a frasi convenzionali attestanti il suo potere ed i suoi privilegi; di fronte al frate, però, non potrà non avvertire la propria inferiorità umana e morale.

Hai bisogno di aiuto in Personaggi Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email