Genius 20106 punti

Le figure maschili de I Promessi Sposi

Tutti i personaggi de I Promessi Sposi sono rappresentati con un grande senso storico e realistico ed ognuno di esso ha una fisionomia indimenticabile.
I principali personaggi maschili sono: Renzo, padre Cristoforo, il Cardinale Federigo, don Rodrigo, l’Innominato e don Abbondio.
Oltre a questi, abbiamo dei personaggi maschili di secondo piano come i bravi che, a servizio di don Rodrigo, si occupano di intimidire don Abbondio e di rapire Lucia; Tonio e Gervasio che accettano di fare da testimone di nozze tra Renzo e Lucia nella notte degli imbrogli, il dottor Azzeccagarbugli, Egidio, l’amante di Gertrude, la monaca di Monza, fra’ Galdino, il governatore spagnolo Antonio Ferrer, e il conte Zio.
Renzo è un giovanotto dotato di una naturale bontà ed onestà d’animo e con un forte sentimento di giustizia. Pur essendo impulsivo ed in genere poco esperto, egli si mostra sufficientemente accorto quando si deve trarre fuori da situazioni difficili, come quando riesce a sfuggire agli sbirri di Milano
Padre Cristoforo è il tipico rappresentante della Provvidenza e l’espressione della più autentica religiosità cristiana. Con un fare fermo e deciso egli si oppone ad ogni manifestazione del male. Si tratta di un personaggio complesso, la cui conversione è maturata in seguito ad un omicidio. Egli incarna la carità cristiana ed è sempre disposto bad aiutare tutti, buoni e malvagi, gli oppressi e gli oppressori.
Il Cardinale Federigo, insieme a padre Cristoforo, è il rappresentante della Provvidenza: la sua grandezza spirituale consiste nella grande capacità di comprendere, con un grande senso di carità cristiana, le passioni e le sofferenze umane. Egli conosce una grande serenità propria di colui che è guidato da una concezione evangelica della vita.
Don Rodrigo è un signorotto prepotente e privo di ogni rispetto della morale e costituisce per questo, il tipico rappresentante del male e della forza malvagia. Il suo carattere si scopre nel suo ignobile progetto nei confronti di Lucia. Nell’insieme si tratta di una figura piuttosto volgare che mira soltanto a godere in modo sfrenato dei piaceri della vita.
L’Innominato è un tiranno ambizioso e prepotente che dopo una vita peccaminosa viene colto dalla disperazione e dai rimorsi per cui apre il suo cuore al sentimento di carità cristiana. La descrizione della sua conversione, l’incontro con Lucia e le sue parole supplichevoli costituiscono un capolavoro di descrizione psicologica
Don Abbondio, costretto nella sua paura e nel suo egoismo, è un povero prete di campagna, obbligato alla violenza dei tempi a venire meno ai suoi doveri di sacerdote. Lo scrittore lo descrive con toni umoristici, ma anche con una vena di malinconia e di rassegnazione in quanto è un esempio disarmante di un “vaso di terra cotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro”
Hai bisogno di aiuto in Personaggi Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email