Erectus 492 punti

La vita di Alessandro Manzoni


La vita di Alessandro Manzoni comincia durante il periodo della Rivoluzione francese e termina alla fine del Risorgimento. Dopo l’Unità d’Italia sarà celebrato come il padre della nostra Patria per essersi sempre dedicato a importanti questioni della nostra nazione come, ad esempio, la lingua.

Manzoni nacque a Milano nel 1785 dal conte Pietro Manzoni e Giulia Beccaria, figlia di Cesare, il più grande illuminista italiano e autore del saggio “Dei delitti e delle pene”.
Manzoni trascorse un’infanzia felice che per sempre rievocherà con nostalgia. Crescendo, frequenterà all’università di Pavia delle lezioni con Vincenzo Monti e Giuseppe Zola, due Giansenisti (ossia sostenitori di quella dottrina filosofica secondo la quale senza Dio non si può fare altro che peccare).

La prima svolta significativa per Manzoni si verifica alla morte del patrigno, motivo per cui si reca a Parigi da sua madre. Questo viaggio lo arricchirà molto intellettualmente, sentimentalmente ma anche religiosamente.
Dopo la morte del padre, Manzoni incontra e sposa Enrichetta Blondel secondo il rito calvinista. Anni dopo viene celebrato a Parigi il matrimonio mixtae religionis.
Durante i festeggiamenti del matrimonio di Napoleone si verificarono delle esplosioni in mezzo alla folla, motivo per cui Manzoni, in seguito a un attacco di panico, si rifugiò in una Chiesa e ne uscì credente. Anche la moglie abiurerà successivamente il Calvinismo per abbracciare il Cattolicesimo.
Egli dà la sua adesione al Romanticismo grazie a un’ode scherzosa che scrive come risposta a una critica francese che non rispetta l’arretramento culturale italiano.
Nel ’21 inizia la stesura di “Fermo e Lucia”, poi si dedicherà al “5 Maggio”. Dopo aver terminato la stesura del romanzo, esso viene pubblicato, ma successivamente verranno eseguite delle modifiche: Manzoni “risciacqua i panni in Arno”, eliminando parte del dialetto.
Vittorio Emanuele II lo incorona Padre della Patria, viene inoltre nominato Senatore del Regno, cittadino onorario di Roma e, addirittura, in occasione del suo funerale, Giuseppe Verdi eseguirà per lui “Messa requiem.
Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Alessandro Manzoni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email