Elo1218 di Elo1218
Ominide 1492 punti

Manzoni – I primi Inni Sacri e la Pentecoste


Nel 1815 Alessandro Manzoni pubblicò i primi quattro Inni Sacri, scritti a partire dal 1812: La Risurrezione, Il Nome di Maria, Il Natale e La Passione. Nel suo programma avrebbe voluto scrivere dodici, corrispondenti alle principali festività del calendario liturgico secondo il culto cattolico.
Dopo il 1815 portò a termine La Pentecoste e iniziò la stesura di un sesto inno sacro rimasto incompleto, Ognissanti.
Gli Inni Sacri sono caratterizzati da un vero e proprio rinnovamento stilistico e linguistico espresso da Manzoni a Fauriel; Manzoni era molto scontento di quei versi, soprattutto per la oro totale mancanza di interesse, e per questo disse che non ne avrebbe fatti più come quelli. Quindi occorreva trovare una materia più popolare.
Manzoni doveva tendere a una poesia che non era solo espressione dell’io e che non si rivolgeva più a poche persone capaci di intendere i riferimenti mitologici cari alla poesia classicistica. Così l’autore, allo stesso tempo, poteva manifestare il proprio entusiasmo religioso e poteva anche radicarsi nella cultura del popolo cristiano limitandosi a fornirle una voce oggettiva.
Questo progetto si scontrò però con gravi difficoltà d’ordine linguistico e stilistico.
Sul piano ideologico si poteva notare una continuità con il periodo illuministico e con i suoi valori democratici.
Sul piano religioso la divinità è presentata come riparo e consolazione ma anche come terrore biblico e misteriosa ragione di vita e morte. Inoltre il Dio di Manzoni presenta sempre una dimensione inquietante e minacciosa.
Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Alessandro Manzoni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email