sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Le Opere Retoriche di Cicerone-

Le Opere Retoriche sono opere che trattano di teoria, riguardo alle tecniche dell’orazione; queste opere sono un tentativo di sintesi culturale del sistema retorico e lo stesso lavoro era stato fatto in precedenza da Aristotele.
Per la scrittura di questi testi, Cicerone fece uso di dialoghi platonico-aristotelici.

Principali Opere Retoriche sono: il ‘De Inventione’, il ‘De Oratore’, l’ ‘Orator’ e il ‘Brutus’.

Nel ‘De Inventione’, Cicerone tratta della prima delle cinque parti in cui era diviso l’insegnamento dell’eloquenza, ossia il reperimento dei materiali per effettuare un’orazione.

Nel ‘De Oratore’, Cicerone illustra, attraverso un dialogo tra diversi oratori, due diversi ideali di oratore: quello dato da Antonio, basato sul talento naturale e sulla pratica, e quello dato da Crasso, basato su un’ampia formazione culturale; illustra inoltre come le abilità oratorie debbano essere usate in modo eticamente corretto.

Nell’ ‘Orator’, Cicerone formula la ‘teoria dei tre stili’ (tenue, medio, elevato), ai quali l’oratore perfetto deve essere in grado di ricorrere in base al discorso che deve affrontare e a chi lo ascolta.

Nel ‘Brutus’, Cicerone illustra la storia dell’eloquenza romana, fino alle opere scritte dallo stesso Cicerone.

Hai bisogno di aiuto in La fine della Repubblica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email