Ominide 35 punti

Cicerone: Opere Filosofico-politiche

Si presentano sotto forma di DIALOGHI
Modello è Platone con le sue opere Sulla repubblica e Sulle leggi.
Platone : dibattiti caratterizzati da tesi contrapposte che miravano alla verità
Cicerone : trattato( non si espongono delle tesi opposte ) dove si parla di verità già acquisite e vengono espresse attraverso un elenco di tesi

DE REPUBBLICA (54-51 a.C.)

• Elaborazione lunga e difficile .
• Erano 6 libri ma ne possediamo solo 2, grazie ad un manoscritto ritrovato nel monastero di Bobbio in un palinsesto ritrovato da Angelo Mai nel 1819/1822 ((palinsesto non tanto comprensibile). Il 6 libro soltanto la parte finale che tratta del SOMNIU SCIPIONI lo possediamo attraverso una tradizione indiretta grazie a Macrobio
E’ ambientato nel 129 a.C. ed è svolto tra SCIPIONE L’EMILIANO e LEIO

Circolo degli Scipioni precisamente nella villa di Scpione.

1 Libro
- DEFINIZIONE DI RES PUBBLICA data da Scipione . Cosa di tutto il popolo che ha interessi comuni
- VARIE FORME DI GOVERNO E DEGENERAZIONI (Polibio)

2 Libro
- COSTITUZIONE ROMANA MISTA : equilibrio tra i vari governi
- FORMAZIONE DELLA COSTITUZIONE DAI TEMPI DI ROMOLO

3 Libro
- GIUSTIZIA: principio alla baste della costituzione romana che è per questo legittimata a governare sul tutto il mondo

4 Libro
- EDUCAZIONE DEL CIVIS

5 Libro
- PRINCEPS ILLUMINATO (auspicio)

6 Libro

- SOMNIUM SCIPIONI : Scipione vede in sogno suo zio Scipione l’Africano che gli mostra i premi nell’aldilà per coloro che si sono comportati bene ovvero gli eletti. Si faceva parte di questa categoria praticando il negotium (cariche politiche) o il bonum otium (arte o letteratura). Stoicismo armonia universale.

Modelli: PLATONE (dottrina); PITAGORICI, PRESOCRATICI, STOICI, PERIPATETICI (in virtù della concezione ciclica del mondo)

DIFFERENZE CON PLATONE

1. PLATONE: propone un modello di STATO IDEALE astratto
CICERONE: STATO ROMANO COME MODELLO del 2/1 secolo a.C.

2. PLATONE. VIRTU’ ASTRATTA (contemplazione del Bene)
CICERONE: VIRTU’ CONCRETA (AZIONE POLITICA fisica/ intellettuale)

3. VISIONE ESCATOLOGICA COMUNE :
PLATONE: sogno finale MONDO DEI GIUSTI (comportati bene)
CICERONE: MONDO DEGLI ELETTI ( coloro che hanno contribuito al bene della patria)

CONTRADDIZIONE NELL’OPERA: DISPREZZO PER LE COSE MATERIALI

Scipione l’A. dice all’ E. di VOLGERE GLI OCCHI AL CIELO PER DISPREZZARE LE ATTIVITA’ quindi anche l’attività politica.
Si può giustificare con la DELUSIONE PER IL COMPORTAMENTO DI POMPEO all’indomani del convegno di Lucca dove Cesare e Pompeo si accordano. Voleva ritornare al passato e lo fa con il LINGUAGGIO ENNIANO.

DE LEGIBUS

Opera che doveva seguire le leggi di Platone.
Macrobio dice che erano 5 libri ma ne abbiamo solo 3.
DIALOGO TRA CICERONE QUINTO ED ATTICO sulla formazione delle leggi.

1 Libro
Si parla del principio che è alla base delle leggi
NON SONO LE LEGGI ALLA BASE DELLA GIUSTIZIA MA LA GIUSTIZIA ALLA BASE DELLE LEGGI. Dovunque andiamo le leggi sono diverse ma i principi fondamentali sono comuni a tutti

2 Libro
LEGGI ROMANE sono formate su fondamenti di diritto sacrale e pontificio

3 Libro
COMPETENZE DEI MAGISTRATI IN AMBITO GIURIDICO

Hai bisogno di aiuto in La fine della Repubblica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità