Ominide 4552 punti

Marco Tullio Cicerone - Biografia, opere e pensiero


Biografia e pensiero


Cicerone fu uno dei più importanti autori della letteratura latino. Egli fu un avvocato ed è conosciuto come colui che inventò la congiura di Catilina. La sua famiglia non era molto importante, ma egli riuscì a distinguersi e partecipò alla guerra di Roma. Dopo la morte di Cesare egli tentò di emergere dal punto di vista politica e pronunciò le famose - Orazioni Filippiche - contro Antonio, il quale si vendicò uccidendolo. Lo ricordiamo come un famoso oratore, la sua opera più famosa è “le Verrine” che parlano pure di Siracusa. L’opera parla di un processo che viene intentato contro la classe dirigente. Gli imputati tentano di fare un inghippo ma Cicerone riesce a sventare il loro piano e a vincere il processo.

Catilinae


Nel 64 A. C. Cicerone divenne console, battendo Sergio Catilina. L’anno successivo si scontrò con un esercito nemico presso Pistoia. I discorsi contenuti in quest’opera sono quattro e dimostrano le sue grandi capacità oratorie.

Prosopopea della Patria


In questo discorso Cicerone ricorre alla personificazione, scrivendo come se fosse la stessa Patria a rivolgersi a Catilina con parole di duro biasimo, e in questo modo egli riuscì a sfruttare il malcontento del senato romano.

Orazioni Filippiche


Dopo la morte di Cesare, Cicerone scrisse le Orazioni Filippiche, accuse contro Antonio
Narratio: gli argomenti narrati
Confermatio: la ricerca della veridicità degli argomenti esposti
L’eloquenza di Cicerone non è mai fredda ma tende a scuotere l’animo dei lettori.
Hai bisogno di aiuto in La fine della Repubblica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email