Ominide 592 punti

Tragedie senecane

Le tragedie di Seneca hanno una grande continuità con la precedente opera filosofica, tanto che sono state considerate una sorta di exempla delle opere filosofiche: questo perché poggiano sulle stesse premesse.
Delle nove tragedie, tutte di soggetto mitologico greco, sappiamo poco sulla datazione o di una loro eventuale rappresentazione. I modelli principali sono quelli di Sofocle e Euripide, anche se sappiamo che Seneca fa largo uso della contaminazione. Le tragedie senecane segnano una ripresa del teatro tragico che da sempre è il mezzo più idoneo per esprimere l’opposizione al regime: in questo contesto s’inserisce la tragedia ‘Thyestes’ in cui si evince la polemica anti tirannica.

I temi della tragedia senecana sono quelli della filosofia stoica: le varie vicende si configurano come una lotta fra mens bona e furor, fra sapiens e vulgus.
Però assistiamo alla sconfitta del logos razionale che nella filosofia stoica regola ogni evento e che invece nello svilupparsi delle tragedie si rivela inferiore alla potenza dei sentimenti. Inoltre c’è una forte influenza della matrice letteraria, che fa sì che a mo’ di Euripide ciò contro cui il protagonista lotta maggiormente non sia il mondo esterno ma se stesso: i protagonisti si ritrovano a fronteggiare una tirannide interiore attraverso lunghi monologhi.

Si ha tutt’ora l’incertezza se le tragedie scritte da Seneca siano tragedie per la rappresentazione o tragedie per la lettura. Le commedie sono infatti molto patetiche e colorite, questo fa sì che
- Alcuni critici neghino una eventuale rappresentazione, dal momento che il codice non permetteva di portare sulla scena l’omicidio e il sangue;
- Altri sostengono che la comprensione di questi dettagli sia da associare ad una rappresentazione.

Per quanto riguarda il linguaggio adottato, questo subisce diverse influenze:
- Linguaggio della poesia augustea (Ovidio, Virgilio, Orazio);
- Linguaggio della tragedia latina arcaica da cui deriverebbe il pathos, il cumulo espressivo;
- Il gusto retorico del tempo che spingerebbe verso la sententia e la brevitas;
- Il linguaggio della retorica asiana per le sue tinte fosche e cupe.

I titoli delle nove tragedie sono: Hercules furens, Troades, Phoenissae, Medea, Phaedra, Oedipus, Agamemnon, Thyestes, Hercuòes Oetaetus.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email