Altre opere di Marziale

In Marziale acquistano importanza gli epigrammi satirici e scommatici dove i personaggi vengono descritti con sguardo deformante in modo da accentuare i tratti grotteschi e ricondotti a tipologie ricorrenti (parassita, imbroglione, cacciatore di eredità). Nell’epigramma scommatico i personaggi sono focalizzati isolandone alcuni tratti e negando loro uno sfondo per meglio risaltarli.
Atteggiamento del poeta: osservatore attento, ma distaccato. Raramente dà un giudizio morale o una condanna preferendo creare sorrisi piuttosto che indignazione.

TEMI: sono vari, ma prevale l’epigramma comico-satirico in cui Marziale prosegue Lucilio, sia nella focalizzazione su personaggi con difetti fisici, sia nella battuta finale. Questa in Marziale è definita "fulmen in clausula" ed è il centro attorno a cui si sviluppa l’epigramma.

Struttura

- 1° parte: tensione di attesa; descrive situazione, oggetto e personaggi.
- 2° parte: la tensione si scarica con un paradosso.

Stile: basato sulla ricerca del comico; utilizza accumulo, iperbole e giochi di parole. Il lessico è medio. Accanto a termini umili compaiono volgarismi (negli epigrammi a sfondo sessuale), grecismi (in funzione parodica o di polemica letterale) e termini concreti che rimandano alla quotidianità. Il tono è sarcastico e pungente.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email