Bannato 1124 punti

William Shakespeare nacque in Inghilterra a Stratford-on-Avon nel 1564 da una famiglia di rango piuttosto elevato. Fino al 1592 non si hanno su di lui dellenotizie sicure; però sappiamo che negli anni precedenti si era trasferito a Londra.
Regnava la grande regina Elisabetta I e Londra viveva un periodo di straordinaria fioritura non solo in campo economica e sociale ma anche in campo teatrale. Fu allora che Shakespeare iniziò a comporre opere drammatiche , delle quali
recitava anche piccole parti. Con l'appoggio del duca di SDouthampthom divenne comproprietario prima del
Globe theatre e poi del Blackfrairs. Grazie ai discreti guadagni che aveva accumulato, riuscì a far assegnare al
padre uno stemma gentilizio e acquistò alcune proprietà a Stratford. Qui, pur continuando la sua collaborazione con la compagnia teatrale dei Kings's Men , si ritirò nel 1610, conducendo la vita di un benestante gentiluomo di campagna. Si spense sei anni dopo esattamente nel 1616.Tra i titoli più celebri delle sue opere teatrali ricordiamo: La bisbetica domata (1593-94), Romeo e Giulietta (1594-95), Il mercante di Venezia (1596-97), Giulio Cesare (1599-1600), Amleto (1600-1601), Otello (1604-05), Re Lear (1605-06), Macbeth (1605-06), La tempesta (1611-12) e molte altre opere rilevanti.


Teatro di Shakespeare

Pur essendo anche un eccellente poeta (scrisse una raccolta di 154 sonetti), Shakespeare è soprattutto uno dei massimi geni della drammaturgia mondiale. Profondo conoscitore dell'animo umano, ne trattò con straordinaria capacità la
vasta gamma di sentimenti. I suoi personaggi costituiscono un autentico e completo campionario di umanità: tiranni spietati, allegri burloni, giovani innamorati, ma sempre lontani dagli stereotipi modelli dell'antico codice
teatrale. L'arte di Shakespeare è soprattutto efficace nel rendere le incertezze di carattere e le ambiguità di comportamento dei suoi protagonisti, dei quali mette magistralmente in luce vizi, contraddizioni e debolezze.
Grazie a una singolarissima capacità di rappresentazione, Shakespeare è in grado di passare con straordinaria disinvoltura dal comico al tragico, dalla farsa alla drammaticità più intensa . Le ambientazioni delle sue opere sono
tratte tanto dalla storia antica quanto dalla storia moderna, dalla fiaba allegra o dalla più cupa leggenda.
Nella sua produzione teatrale si possono distinguere quattro periodi. Le opere giovanili sono caratterizzate da un forte senso lirico della rappresentazione teatrale, tale da conferire alle vicende un'atmosfera di trasognata realtà. Appartengono a questo periodo le commedie La bisbetica domata, Sogno di una notte di mezza estate e la tragedia Romeo e Giulietta.

Hai bisogno di aiuto in Fino al 1700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email