Video appunto: Huysmans, Joris Karl - Vita ed Opere

Huysmans



Joris Karl Huysmans è uno scrittore francese che ha fortemente influenzato lo sviluppo di nuovi decadenti.
Huysmans era figlio di un miniatore olandese, Victor-Jan Godfried, ed è stato un omaggio alle sue radici olandesi che ha cambiato il suo nome in Joris-Karl. Quando suo padre morì nel 1856, Joris-Karl fu trasferito in un collegio; sua madre si risposò un anno dopo.

Huysmans Nel 1862 si trasferisce a Parigi per studiare al Lycée Saint-Louis, dove nel 1866 ottiene un lavoro al Ministero dell'Interno (che chiamava sempre "ufficio maledetto"), dove lavorerà tutta la vita.

Durante questo periodo, coltiva la sua passione per l'arte, svolgendo l'attività di critico per alcune riviste nei suoi Saloni del 1879 chiamati l'atteggiamento "moderno" degli impressionisti nei confronti della vita contemporanea. Nel 1876 abbandona gli studi di giurisprudenza e conosce Émile Zola, con il quale si mette subito in gioco, e si unisce al Gruppo dei Cinque, che comprende anche Guy de Maupassant, Gustave Flaubert e Edmond de Goncourt. Dopo la pubblicazione de L'Assommoir de Zola, Huysmans de jusqu'à publier il suo racconto Sac au dos, che fu incluso nel 1880 nella raccolta Les Soirées de Médan affiche del movimento naturalista.
L'uscita nel 1882 di A vau l'eau (Adrift) mostra nella sua produzione il primo distacco del naturalismo. La svolta sarà definitiva nel 1884, con la pubblicazione di A Rebours (a monte), destinato a sconvolgere una generazione di scrittori (tra cui Oscar Wilde e Gabriele d'Annunzio), allineando il personaggio, Des Esseintes, alla serie dei protagonisti sconfitti del Novecento: la sua fuga dalla realtà avviene, infatti, con un estetismo di chiusura ermetica, che si rivelerà solo una sconfitta contro il tessuto sociale e umano.