Ominide 8018 punti

De Noailles, Anne-Elisabeth - biografia


Anne-Elisabeth de Noailles (Parigi 1876 - 1933) è una poetessa e romanziera francese di origine rumena.
È nato a Parigi, discendente delle famiglie Boyar e Bibescu Craioveşti di Romania, figlia del principe Grigore Bibescu-Basarab, figlio a sua volta del principe Valacchia e della principessa Bibesco Gheorghe Zoe Brâncoveanu.
Sua madre era la pianista greca Raluca Moussouros, alla quale Paderewski dedicò diverse composizioni.

Sua zia, la principessa Elena Bibescu, è stata una delle animatrici della vita artistica parigina dalla fine del XIX secolo fino alla sua morte nel 1912.
Nel 1897 sposa Mathieu de Noailles (1873-1942), quarto figlio del settimo duca di Noailles. La coppia, che all'epoca faceva parte dell'alta società parigina, aveva un solo figlio, il conte Jules Anne (1900-1979).
All'inizio del XX secolo, il suo salone all'Hôtel de brancovan, 34 avenue Hoche, attirava l'élite intellettuale, letteraria e artistica dell'epoca. Sono stato assistito, tra gli altri, da Edmond Rostand, Francis Jammes, Paul Claudel, Colette, André Gide, Maurice Barrès, Frédéric Mistral, Robert de Montesquiou, Paul Valéry, Jean Cocteau, Alphonse Daudet, Pierre Loti, Paul Hervieu e Max Jacob.

Nel 1904, insieme ad altre donne, tra cui la moglie di Alphonse Daudet e Judith Gautier (figlia di Théophile Gautier), Anna de Noailles creò il premio "Vie Heureuse", sostenne l'omonima rivista, che nel 1920 divenne il Prix Femina, riconoscendo la migliore opera in prosa o poesia francese, nonché la controparte femminile (la giuria), il Prix Goncourt.
Anna de Noailles apprezzata all'epoca della fama mondiale. Di grande presenza, è stato descritto da molti pittori famosi come Antonio de la Gandara, Kees van Dongen, Jacques-Emile Blanche, Philip Alexius de Laszlo. Nel 1906 modella un busto in marmo di Auguste Rodin, oggi esposto al Metropolitan Museum di New York; il bozzetto in argilla è esposto al Museo Rodin di Parigi.
Anna de Noailles è stata la prima donna ad assegnare il titolo di Commandeur de la Légion d'Honneur. L'Accademia di Francia non l'ha accolta tra gli immortali, ma nel 1994 ha creato il Premio Anna de Noailles per una donna di lettere. Fu anche la prima donna ammessa all'Accademia reale di lingua e letteratura francese del Belgio (al posto 33, a cui succedettero Colette e Cocteau).
Morì nel 1933, e fu sepolto nel cimitero di Père Lachaise a Parigi (ma il suo cuore è posto nel cimitero di Amphion-les-Bains Publier).
Hai bisogno di aiuto in Letteratura Francese?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email