Sapiens Sapiens 11888 punti

Nomi primitivi e nomi derivati


Fiore, Zucchero,Carta, Città, Azione,Calcolo,Illusione,Fumo,Lingua,Dito,Sasso

Molti dei nomi che usiamo sono composti solo da radice (fior-, zuccher-, cart-) e desinenza (-e, -o, -a) e provengono direttamente dal latino,dal greco o da altre lingue,ma non da altre parole della lingua di cui fanno parte.
Questi nomi si chiamano primitivi.
Dai nomi primitivi, con l’aggiunta di prefissi e suffissi,se ne possono formare altri.
Abbiamo allora i seguenti casi:
s(prefisso)+cart(radice)+o(desinenza)= scarto

cart(radice)+ier(suffisso)+a(desinenza)= cartiera

Naturalmente, prefissi e suffissi possono essere aggiunti contemporaneamente:
in(prefisso)+cart(radice) +ament(suffisso)+o(desinenza)= incartamento

Questi nuovi nomi,pur traendo origine da una forma preesistente, ossia la radice d
nome primitivo, assumono un significato preciso del tutto autonomo, diverso da quello del nome primitivo.
Essi si definiscono derivati.
Per esempio:
— da zuecher - o con l’aggiunta di un suffisso abbiamo zuccher - iera (= zuccheriera), che non significa più zucchero, ma contenitore per lo zucchero
-da piacere con l’aggiunta di un prefisso abbiamo dis - piacere(= dispiacere), che ha un significato esattamente opposto a quello della parola primitiva da cui deriva;
— da vi - a, con l’aggiunta di un prefisso e di un suffisso, abbiamo de - vi - azion - e, (= deviazione)nome che indica un cambiamento di direzione.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze