Sapiens Sapiens 12226 punti

Nomi invariabili


Ho rotto uno sci.
Ho comprato gli sci nuovi.
La gru ha fatto il nido.
Le gru migrano verso i paesi caldi.

Gru e sci hanno mantenuto la stessa forma al singolare e al plurale; per questo vengono definiti nomi invariabili. Come loro si comportano altri sostantivi che non seguono la regola generale e che possono essere raggruppati in questo modo:

-nomi monosillabici = il re — i re, la gru — le gru...
-nomi che terminano in i = il brindisi — i brindisi, la crisi — le crisi, l’oasi - le oasi …
-nomi che terminano con vocale accentata = la città — le città il caffè - i caffè
-nomi di origine straniera = il bar - i bar, lo sport - gli sport, il lager - i lager
-alcuni nomi maschili che terminano in -a = il sosia — i sosia, il vaglia — i vaglia, il cobra — i cobra

-alcuni nomi abbreviati = l’auto — le auto, il cinema — i cinema, la radio - le radio
-nomi propri maschili che non escono in -o = i Luca, gli Oscar
-nomi propri femminili che non escono in -a = le lris, le Miriam
— nomi femminili in -ie = la serie - le serie, la barbarie - le barbarie
— i cognomi = i Molta, i Cattaneo

Si può capire se un nome invariabile è usato al singolare o al plurale dal contesto, nera/e della frase, dall’articolo, dall’aggettivo o da altre parti del discorso che, riferite al nome, concordano col suo numero:
Il bar di via Roma è molto elegante;
I bar di via Roma sono molto eleganti.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze