Video appunto: Strage dei Proci

La strage dei Proci



Odisseo, spogliatosi degli stracci che indossava, balzò sulla soglia munito di arco e con la faretra colma di frecce.
Versò i dardi davanti ai suoi piedi e disse ai Proci che la gara era terminata e che adesso avrebbe provato, con l’aiuto di Apollo, a colpire un bersaglio fino ad allora mai raggiunto.

Indirizzò la sua freccia verso Antinoo, che era in procinto di bere vino da una coppa non sospettando minimamente che uno dei banchettanti avrebbe provocato la sua morte.
Odisseo trapassò la sua gola con una freccia; il principe si piegò da un lato facendo cadere la coppa ed un getto di sangue gli uscì dalle narici.

Prontamente allontanò da sé la mensa urtandola col piede e rovesciò le vivande a terra sporcandole di sangue.
I Proci urlarono, cercarono inutilmente armi appese ai muri e minacciarono Odisseo di morte perché aveva ucciso il più valoroso tra i giovani di Itaca.
Gli stolti credevano che Odisseo avesse ucciso Antinoo per errore non pensando minimamente che presto sarebbero morti tutti.
L’eroe greco disse che loro, pensando che non sarebbe tornato, avevano approfittato della sua assenza per impadronirsi dei suoi averi e per cercare di sedurre sua moglie senza temere gli Dei ed una sua eventuale vendetta.
Adesso, per tutti, sopraggiungerà la morte.