Illuminismo e romanticismo


Gli illuministi:
-controllano con la ragione tutta la realtà politica, economica e sociale. Il sentimento è sottomesso alla ragione;
-sono ottimisti e sono convinti di poter raggiungere la felicità attraverso il progresso;
-contrastano la religione cattolica e affermano che ogni individuo è libero di professare la religione che desidera;
-sono cosmopoliti, ovvero si sentono figli del mondo, e credono nell'uguaglianza di tutti i popoli.

I romantici:

-sono attratti da tutto ciò che è irrazionale (il mistero e il sogno) e da quello che risulta ignoto all'uomo. esaltano il valore dei sentimenti e le forti passioni quali l'amore e l'odio;
-sono pessimisti e convinti che la felicità non sia raggiungibile;
-sono molto vicini alla fede, specialmente a quella cattolica;
-sono ritenuti nazionalisti e vanno alla riscoperta delle radici del proprio passato.
tra i massimi esponenti di questo movimento ricordiamo Giacomo Leopardi e Alessandro Manzoni.

tra le più importanti opere di Giacomo Leopardi ricordiamo L'infinito (1819), Il sabato del villaggio (1820-1828) e Il passero solitario (1831).
Le opere di maggior rilievo di Alessandro Manzoni sono invece I promessi sposi (1821-1823), Il cinque maggio (ode a Napoleone del 1821) e Marzo 1821 (scritta nel medesimo anno).

Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017