By Simy di By Simy
Sapiens 1263 punti

Che bel viso… peccato

È questa la frase che Ileana Argentin ha sentito e ascoltato più volte nella sua vita. Perché viene considerato un “peccato” avere un bel viso, una vera voglia di vivere, un’energia, una volontà del battersi per i propri diritti… se si è disabili. In questo libro, Ileana Argentin, consigliere delegato per l’Handicap del Comune di Roma, racconta la sua vita per l’abbattimento delle barriere architettoniche ma soprattutto quelle culturali. La scrittrice mette a disposizione la sua biografia per far capire che <<La disabilità non è una malattia, ma uno status di vita>>. Con l’obiettivo di sottrarre la condizione del disabile agli atteggiamenti di pietà e compassione, o a quelli di imbarazzo.
Il libro è suddiviso dalle varie versioni della storia della vita di Ileana, dalla madre, al padre, alla sorella, al marito e a se stessa.
FRASI DEL LIBRO: <<Mi fanno tenerezza le persone che dicono che siamo tutti uguali, perché non è vero, siamo tutti diversi!>>

<<Chi colloca se stesso nella sfera della normalità e l’altro, perché connotato da differenze di qualunque tipo, in quella della diversità, non si accorge che la diversità tocca tutti, per fortuna>>.

Hai bisogno di aiuto in Antologia per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email