Ominide 4552 punti

Verbi iumbeo e impero: costruzione e funzione


In latino, sia il verbo impero che il verbo iumbeo assumono il significato di comandare, ordinare, imporre. Sebbene abbiano il medesimo significato, essi vengono adoperati all’interno di una frase in modo diverso. L’uso che si fa di tali verbi dipende, spesso da una questione di forma ma, altre volte, esso è regolamentato da canoni ben precisi.

In latino, il verbo impero è costruito con ut e congiuntivo, come la proposizione finale e si traduce “ordinò che facesse qualcosa”. Utilizziamo il presente in dipendenza da tempi principali e l’imperfetto in dipendenza da tempi storici

In latino, il verbo iubeo, invece, si costruisce con l’accusativo più l’infinito, come una proposizione infinitiva

Esempi di frase con il verbo iumbeo


Cesare ordinò ai soldati di tagliare il ponte
quando c’è la persona a cui si ordina essa si rende con l’accusativo.
cesar iussit milites rescindere pontem
Cesare ordinò che i soldati, reso in accusativo, tagliassero, con l’infinito presente perché esprime contemporaneità, pontem, in accusativo, perché è il complemento oggetto.
quando non è espressa la persona a cui è rivolta il comando si rende con l’infinito passivo
Cesare ordinò che fosse tagliato il ponte
cesar iussit rescindi pontem
in italiano possiamo renderla in due modi:
Cesare ordinò che fosse tagliato il ponte
cesare ordinò di tagliare il ponte
Hai bisogno di aiuto in Grammatica latina?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email